• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/17528 [Sul sito internet www.sanatoria2012.com]
LEGGI ANCHE IL TESTO DELLA RISPOSTA ALL'INTERROGAZIONE
Testo della risposta scritta



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-17528 presentata da ERICA RIVOLTA
lunedì 10 settembre 2012, seduta n.682
RIVOLTA e MONTAGNOLI. - Al Ministro dell'interno. - Per sapere - premesso che:

il decreto legislativo 16 luglio 2012, n. 109, recante «Attuazione della direttiva 2009/52/CE che introduce norme minime relative a sanzioni e a provvedimenti nei confronti dei datori di lavoro che impiegano cittadini di Paesi terzi il cui soggiorno è irregolare», permette la regolarizzazione di lavoratori extracomunitari senza permesso di soggiorno;

l'interrogante ha rintracciato in internet il sito www.sanatoria2012.com che già dalla home page dichiara di poter trovare «la soluzione ad ogni problema», affermando tra l'altro : «ti mancano i requisiti per la sanatoria? Se la risposta a questa domanda è sì, allora possiamo aiutarti»;

il sito in questione sta pubblicando numerosi inserti pubblicitari sul social network «Facebook»;

nel sito si afferma che si tratta di servizi a pagamento, come del resto specificato nella pagina «condizioni di servizio». Infatti, non vi è un numero telefonico di riferimento, né un indirizzo. Esiste solo un indirizzo di posta elettronica cui segnalare l'interesse di accedere a «servizi». Si afferma inoltre «Non chiedeteci un incontro di persona perché non ne concediamo. La nostra e la vostra sicurezza prima di tutto»;

per poter parlare telefonicamente con questi «prestatori di servizi» l'interessato deve sborsare 100 euro, ovviamente tramite WesternUnion o Money Gram;

esistono ovviamente «onorari» anche per «il rilascio di documenti (prova di presenza sul territorio)» ed addirittura per la «ricerca del datore di lavoro». Una pratica completa pare poter arrivare ad un costo complessivo di 8.500 euro, di cui almeno il 60 per cento versato anticipatamente;

quanto riportato nelle righe precedenti è addirittura pubblicato sul sito all'indirizzo http://www.sanatoria2012.com/index.php? option=com-content&view=article&id=3&I temid=104&lang=it;

sempre nel sito questi «consulenti» dichiarano «Sei irregolare e non hai la prova di presenza sul territorio italiano prima del 31 dicembre 2012? Possiamo fornirti tramite il nostro servizio la prova originale che necessiti, completamente verificabile» oppure «Sono irregolare ma il mio datore di lavoro non ha i requisiti per farmi la sanatoria, oppure non ho il datore di lavoro. Come posso fare? Siamo in grado di offrirti un datore di lavoro con i requisiti, disposto ad assumerti. Non pagherai nulla al datore di lavoro (questo è illegale). Pagherai solo il nostro onorario comprensivo di ogni spesa ed onere e ci incaricheremo di redattare la pratica per il datore di lavoro ed inoltrarla. Il giorno della convocazione il datore di lavoro designato si presenterà insieme a te per la firma del contratto di lavoro. Ogni prosieguo successivo del rapporto lavorativo sarà di libera gestione tra te ed il datore di lavoro una volta che è stato rilasciato il permesso di soggiorno»;

quanto pubblicato nel sito in oggetto appare agli interroganti in pieno contrasto con la normativa in essere e sembra prefigurare a tutti gli effetti la volontà di commettere atti delittuosi, quali ad esempio la ricerca di falsi datori di lavoro compiacenti ovvero la fabbricazione di documentazione falsa atta a dimostrare la presenza dell'extracomunitario irregolare sul territorio italiano -:

se siano state avviate indagini rispetto ai fatti descritti in premessa;

se siano state assunte iniziative ove se ne rilevino i presupposti, perché si giunga all'immediato oscuramento del sito descritto in premessa. (4-17528)