• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/05312/140 [Favorire lo sviluppo del tessuto produttivo meridionale]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/05312/140presentato daPORCINO Gaetanotesto diMercoledì 25 luglio 2012, seduta n. 672

La Camera,
premesso che:
l'articolo 23 del provvedimento in esame riordina gli strumenti esistenti per l'incentivazione delle attività imprenditoriali, trasformando, tra l'altro, il Fondo speciale rotativo per l'innovazione tecnologica (FIT) nel Fondo per la crescita sostenibile, chiamato a promuovere i progetti di ricerca strategica, il rafforzamento della struttura produttiva e la presenza internazionale delle imprese nazionali, e abrogando numerose disposizioni, contenute nell'Allegato 1, che prevedono diversi meccanismi di incentivazione alle imprese;
più in particolare, l'articolo in esame, dopo aver definito le finalità dell'intervento (crescita sostenibile e creazione di nuova occupazione) dispone, la trasformazione del Fondo speciale rotativo per l'innovazione tecnologica (FIT) di cui all'articolo 14 della legge 17 febbraio 1982, n. 46, nel Fondo per la crescita sostenibile;
le principali finalità del Fondo, che diventa il principale strumento di intervento nel settore, consistono nella promozione di progetti di ricerca strategica, anche tramite il consolidamento dei centri di ricerca delle imprese; il rafforzamento della struttura produttive e la promozione della presenza internazionale delle imprese e l'attrazione di investimenti dall'estero, anche in raccordo con le azioni che saranno attivate dall'ICE – Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane;
a seguito dell'approvazione di due identici emendamenti presentati in Commissione, l'articolo 23 del provvedimento in esame ora prevede che il rafforzamento della struttura produttiva, quale finalità del Fondo per la crescita sostenibile, operi su tutto il territorio nazionale e non più in maniera particolare nel Mezzogiorno;
le prospettive del nostro Paese non possono prescindere dalle potenzialità presenti nelle Regioni del Mezzogiorno, nonostante i ritardi e gli squilibri territoriali che per talune questioni, come la disoccupazione giovanile, assumono ormai caratteristiche di vera e propria emergenza sociale,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità, compatibilmente con le esigenze di finanza pubblica, di adottare ogni iniziativa, anche normativa, diretta a favorire lo sviluppo del tessuto produttivo meridionale, anche attraverso l'emanazione di apposite misure fiscali a sostegno dei giovani.
9/5312/140. (Testo modificato nel corso della seduta) Porcino, Messina, Aniello Formisano, Zazzera, Cimadoro, Borghesi, Paladini.