• Testo INTERPELLANZA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.2/01614 [Sul compenso stabilito dal nuovo consiglio di amministrazione della Rai per il nuovo direttore generale]



Atto Camera

Interpellanza urgente 2-01614 presentata da ROBERTO GIACHETTI
martedì 24 luglio 2012, seduta n.671
I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro dell'economia e delle finanze, per sapere - premesso che:


il decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, recante Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, contiene l'articolo 23-bis, relativo ai compensi per gli amministratori con deleghe delle società partecipate dal Ministero dell'economia e delle finanze;


la Rai Radiotelevisione Italiana Spa risulta essere partecipata direttamente dal Ministero dell'economia e delle finanze per il 99,56 per cento;


il richiamato articolo 23-bis dispone che con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, da emanare entro il 31 maggio 2012, le società non quotate, direttamente controllate dal Ministero dell'economia e delle finanze vengano classificate per fasce sulla base di indicatori dimensionali quantitativi e qualitativi e che per ciascuna fascia venga determinato il compenso massimo al quale i consigli di amministrazione di dette società devono fare riferimento, secondo criteri oggettivi e trasparenti, per la determinazione degli emolumenti da corrispondere;


tale decreto del Ministro dell'economia e delle finanze non è stato ancora adottato, nonostante il termine previsto sia già scaduto da oltre un mese;


il compenso stabilito dal consiglio di amministrazione della Rai per il nuovo direttore generale Luigi Gubitosi, stando a quanto riportano le notizie di stampa, risulterebbe pari a 650 mila euro l'anno, una cifra significativamente elevata -:


quali iniziative il Ministro dell'economia e delle finanze intenda adottare:


a) per adottare rapidamente il decreto sul tetto agli stipendi dei dirigenti delle società partecipate dal Ministero dell'economia e delle finanze di cui al comma 1 dell'articolo 23-bis del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201;


b) per verificare in tempi brevi la congruenza del compenso stabilito dal nuovo consiglio di amministrazione della Rai per il nuovo direttore generale, stando a quanto si apprende dalla stampa, con i tetti introdotti e per porre in essere tutte le misure necessarie per la revisione dei contratti eventualmente eccedenti.

(2-01614)
«Giachetti, Fluvi, Verini, Carella, Recchia, Torazzi, Cambursano, Quartiani, Cuperlo, Sposetti, Libè, Vico, Abrignani, Mottola, Vatinno, Mecacci, Anna Teresa Formisano, Grassi, Enzo Carra, Lorenzin, Sammarco, Mazzocchi, Pedoto, Beltrandi, Madia, Gatti, Nannicini, Froner, Realacci, Sarubbi, Picierno, Martella, Pompili, Velo, Naccarato, Amici, Bachelet, Melis, Morassut, Causi, Rosato, Argentin, Sereni, Ferrari».