• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.0/03382/004/ ... [Valorizzare la peculiare funzione della "Direzione del federalismo fiscale"]



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/3382/4/0506 presentato da LUCIO D'UBALDO
giovedì 19 luglio 2012, seduta n. 055

Il Senato,
in sede di esame del disegno di legge di conversione del decreto-legge 27 giugno 2012, n. 87, recante misure urgenti in materia di efficientamento, valorizzazione e dismissione del patrimonio pubblico, di razionalizzazione dell'amministrazione economico-finanziaria, nonché misure di rafforzamento del patrimonio delle imprese del settore bancario (A.S. 3382),
premesso che:
il decreto del Presidente della Repubblica 18 luglio 2011, n. 173, recante riorganizzazione del Ministero dell'economia e delle finanze, prevede, tra l'altro, nell'ambito del dipartimento delle finanze l'accorpamento della direzione del federalismo fiscale con quella della legislazione tributaria in base ad una logica non facilmente percepibile;
il decreto-legge 27 giugno 2012, n. 87, prevede, tra l'altro, la riduzione delle dotazioni organiche e il riordino della struttura del Ministero dell'economia e delle finanze e delle agenzie fiscali;
considerata la necessità, più volte ribadita anche da parte del sistema delle autonomie locali e regionali, di valorizzare una significativa presenza del dipartimento delle finanze in ordine alle peculiari problematiche della fiscalità locale e regionale resa tanto più necessaria dall'attuazione delle riforme conseguenti all'applicazione del federalismo fiscale e dalla correlata riorganizzazione del sistema impositivo di regioni ed enti locali;
tenuto conto della contestuale complessa riforma delle funzioni delle province e delle conseguenze relative con l'accorpamento dei piccoli comuni che non possono non avere riflessi sulle modalità di gestione dei tributi di competenza;
ritenuto indispensabile la permanenza e la piena funzionalità di una struttura ministeriale in grado di dialogare con le autonomie locali e regionali per la migliore attuazione dei suddetti processi di riforma;
impegna il Governo:
a verificare le possibili condizioni, pur nel quadro della riduzione delle dotazioni organiche e più ancora del riordino della struttura del Ministero dell'economia e segnatamente del Dipartimento delle finanze, affinché sia valorizzata la peculiare funzione della "Direzione del federalismo fiscale", accentuandone i compiti di supporto e di coordinamento della fiscalità locale e regionale, anche attraverso l'individuazione di mezzi adeguati in un tempo e in una realtà caratterizzati da scarse risorse, specie di personale qualificato.
(0/3382/4/0506)
D'UBALDO