• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/05341/003 [Prorogare l'l'aumento della tolleranza per la verifica triennale della congruità dei requisiti relativi al costo delle attrezzature tecniche e al costo del personale]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/05341/003presentato daMARGIOTTA Salvatoretesto diMartedì 17 luglio 2012, seduta n. 667

La Camera,
premesso che:
l'articolo 77, comma 6, del regolamento dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207, prevede che, alla scadenza triennale dell'attestato di qualificazione, l'impresa è tenuta a richiedere alla SOA che ha rilasciato l'attestazione originaria la verifica di mantenimento dei requisiti (cosiddetta verifica triennale);
in tale sede l'impresa deve dimostrare di essere in possesso, in rapporto alla cifra di affari in lavoro, di adeguati costi sostenuti per le attrezzature tecniche e per l'organico medio annuo, nei limiti di una tolleranza del 25 per cento rispetto ai requisiti previsti inizialmente per il rilascio dell'attestazione;
la verifica triennale è finalizzata ad accertare che, nel corso dei cinque anni di durata dell'attestazione, l'impresa mantenga un minimo di requisiti che le consentano l'esecuzione degli appalti pubblici di lavori;
in ragione della grave e perdurante situazione di crisi del settore è stata prevista, nel disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 73 del 2012, nella versione approvata dal Senato, un aumento dell'entità della tolleranza relativa alla congruità dei requisiti per la verifica triennale, che passa dal 25 al 50 per cento, fino al 31 dicembre 2012 (nuovo comma 21-bis dell'articolo 357 del regolamento);
l'aumento della tolleranza circa la congruità dei requisiti per la verifica triennale appare quanta mai opportuna, poiché è volta ad evitare che le imprese perdano la qualificazione SOA già acquisita, per effetto del ridursi dell'attività da esse svolta, a causa della crisi economica del settore e, più in generale, del Paese;
il termine previsto del 31 dicembre 2012 appare eccessivamente breve, poiché entro tale data non è ipotizzabile una concreta ripresa economica del settore, dovrebbe essere prorogato almeno fino al 31 dicembre 2013 l'aumento della tolleranza sull'entità dei requisiti per la verifica triennale,

impegna il Governo

a valutare, ove necessario, l'opportunità di assumere le opportune ulteriori iniziative normative volte a prorogare, in via transitoria, sino al 31 dicembre 2013 (in luogo del 31 dicembre 2012), l'aumento dal 25 al 50 per cento della tolleranza per la verifica triennale della congruità dei requisiti relativi al costo delle attrezzature tecniche e al costo del personale, rispetto alla cifra d'affari.
9/5341/3. (Testo modificato nel corso della seduta) Margiotta, Mariani, Braga, Benamati, Bocci, Bratti, Esposito, Ginoble, Iannuzzi, Marantelli, Morassut, Motta, Realacci, Viola.