• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/05342/003 [Sulle elezioni per il rinnovo dei Comitati degli italiani all'estero]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/05342/003presentato daGARAVINI Lauratesto diGiovedì 12 luglio 2012, seduta n. 665

La Camera,
premesso che:
i quattro milioni e mezzo di italiani residenti fuori dai confini nazionali sono cittadini di pieno diritto, ai quali deve essere assicurato l'esercizio effettivo del diritto di voto, così come previsto dall'articolo 48 della Costituzione;
lo svolgimento delle consultazioni elettorali all'estero ha fatto emergere alcune disfunzioni legate alle procedure di voto, sia per quel che concerne l'elezione dei componenti dei Comitati degli italiani all'estero, che per l'elezione dei parlamentari della circoscrizione estero e per le consultazioni referendarie;
alcuni episodi sono stati ampiamente ripresi dagli organi di stampa e hanno contribuito a mettere in cattiva luce la stessa esistenza, della circoscrizione estero e la modalità di voto per corrispondenza;
tuttavia, la circoscrizione estero appare la soluzione più adeguata per garantire la rappresentanza parlamentare dei cittadini italiani all'estero, così come il voto per corrispondenza sembra rappresentare l'unico strumento atto ad assicurare l'esercizio effettivo del loro diritto di voto;
in ogni caso, occorre intervenire con una serie di soluzioni e accorgimenti che possano limitare i rischi connessi all'esercizio del voto degli italiani all'estero; presso i due rami del Parlamento giacciono ormai da tempo proposte di legge, due delle quali firmate dai presidenti del gruppo del Partito democratico alla Camera e al Senato, che avanzano soluzioni concrete e ragionevoli per pervertire alla bonifica dei rischi connessi alle operazioni di voto all'estero;
con la mozione n. 655, approvata il 3 novembre 2011, la Camera ha impegnato il Governo «a presentare nelle competenti sedi parlamentari [...] un'attendibile documentazione sull'esperienza acquisita, con indicazioni relative ai punti da affrontare prioritariamente in sede di modifica della legge n. 459 del 2001», la quale disciplina l'esercizio del diritto di voto per corrispondenza per gli italiani all'estero;
in relazione alle elezioni per il rinnovo dei Comitati degli italiani all'estero, il decreto in esame prevede la possibilità di stabilire modalità di votazione e di scrutinio mediante l'utilizzo di tecnologia informatica,

impegna il Governo:

prima dell'emanazione del regolamento di cui al decreto in esame, a riferire alle competenti sedi parlamentari quali siano gli strumenti che intende adottare per assicurare il rispetto dei requisiti costituzionali della segretezza e della personalità del voto, nel caso esso sia espresso mediante tecnologia informatica;
a dare seguito all'impegno assunto in seguito all'approvazione della mozione n. 655, indicando i punti da affrontare prioritariamente per garantire il corretto svolgimento delle operazioni elettorali all'estero, per assicurare modalità di voto che ne garantiscano i requisiti della personalità e della segretezza, assicurando al contempo l'effettiva esercitabilità del diritto a tutti i cittadini.
9/5342/3. Garavini, Bucchino, Gianni Farina, Fedi, Narducci, Porta.