• Testo INTERPELLANZA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.2/00218 Iniziative in relazione al blocco di due impianti dell'area industriale di Porto Torres da parte della Polimeri Europa



Atto Camera

Interpellanza urgente 2-00218 presentata da GUIDO MELIS
martedì 11 novembre 2008, seduta n.083
I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro dello sviluppo economico, il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, per sapere - premesso che:

nell'area industriale di Porto Torres (Nord Sardegna) la Polimeri europa ha di recente bloccato, nominalmente per un intero anno ma in realtà per un periodo che si annuncia più lungo e indeterminato due degli impianti più moderni dell'intera fabbrica, quali le linee per la produzione del cumene e del fenolo, mandando a casa di conseguenza quasi 200 lavoratori; e ciò dopo che la stessa Polimeri europa aveva annunciato più volte la «promozione» di Porto Torres con ripetute promesse di nuovi investimenti;

fermare la produzione del fenolo e del cumene, direttamente legate con il cracking, cuore dello stabilimento, settori su cui l'Eni e quindi la collettività aveva speso recentemente decine di miliardi di lire per sostituire le celle a mercurio con gli attuali, innovativi e più sicuri impianti a membrana non inquinanti, significa arrivare in pochi mesi a mettere in grave difficoltà l'intera fabbrica, con conseguenze devastanti sui livelli occupativi già seriamente compromessi dell'intera area industriale e ripercussioni gravi sul piano sociale nel territorio;

sono in atto a Porto Torres scioperi e agitazioni dei lavoratori promossi unitariamente da tutte le organizzazioni sindacali contro questa gravissima situazione che potrebbe preludere alla crisi definitiva e al collasso della chimica (settore strategico per il Paese, secondo le parole dello stesso Ministro Scajola) in tutto il Nord Sardegna;

è urgente - come hanno chiesto la Giunta Regionale della Sardegna, le organizzazioni sindacali e in particolare e la Cgil-Chimici - giungere rapidamente a quello che viene definito come l'«allineamento istituzionale», cioè mettere insieme, allo stesso tavolo, tutti i soggetti che a suo tempo firmarono l'importantissimo Accordo di programma della chimica, seguendo anche in Sardegna l'esempio positivo del Veneto-Porto Maghera;

occorre altresì accellerare le procedure inerenti alla bonifica dell'intera area industriale di Porto Torres, finalizzate alla riqualificazione e al riutilizzo industriale. E ciò anche in ragione della presenza di serie, urgenti prospettive di investimento quali quelle, per esempio, che sono maturate nel settore della cantieristica navale (prospettive oggi a rischio di vanificarsi per la mancata bonifica della zona);

infine il giorno 6 novembre 2008 il presidente della Regione sarda Renato Soru ha ancora una volta sollecitato il Ministro dello sviluppo economico perché si realizzi un confronto a breve termine sulla presenza dell'ENI in Sardegna, così da verificare le strategie relative alla filiera del cloro-soda (filiera fondamentale per l'intero comparto chimico nazionale) -:

quali iniziative il Ministro intenda assumere tempestivamente per scongiurare le prevedibili conseguenze negative del blocco dei due impianti della Polimeri europa e per la difesa dei livelli produttivi ed occupazionali dell'intera area industriale di Porto Torres;

quali iniziative il Governo intenda inoltre assumere per accelerare la stipula degli accordi di programma finalizzati alla bonifica dell'area, mettendo a disposizione a tal fine le risorse che il precedente Governo aveva accantonato, nella prospettiva di un rapido riutilizzo industriale dell'area stessa;

più in particolare, cosa intenda fare il Governo per sbloccare i 3 milioni 700 mila euro messi a disposizione dal precedente Governo con la legge finanziaria 2007 e non spesi perché bloccati dalle incertezze nel loro utilizzo soprattutto del Ministero dell'ambiente considerato che si tratta di un sito di bonifica di interesse nazionale.

(2-00218)
«Melis, Soro, Pes, Calvisi, Schirru, Touadi, Mazzarella, Marrocu, Bellanova, Fadda, Ciriello, Cavallaro, Minniti, Vaccaro, Tidei, Amici, Bernardini, Mecacci, Zamparutti, Ferranti, Laganà Fortugno, Cesare Marini, Picierno, Benamati, Losacco, Giorgio Merlo, Garofani, Giacomelli, Argentin, Gianni Farina, Beltrandi, Damiano, Mosca, Codurelli, Farina Coscioni, Maurizio Turco, Cesario, Trappolino, Bonavitacola, Pierdomenico Martino, Levi, Lucà, Miglioli, Bressa, Concia, Corsini, Palomba, Ghizzoni, Grassi, Mantini, Marchioni, Federico Testa».