• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.0/03372/012/ ... [Sul costo del termovalorizzatore di Acerra]



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/3372/12/0113 presentato da VINCENZO DE LUCA
mercoledì 4 luglio 2012, seduta n. 003

Il Senato,
premesso che:
il decreto-legge in esame, nel testo emanato dal Governo, stabiliva che gli oltre 355 milioni di euro destinati al pagamento del termovalorizzatore di Acerra, realizzato dalla Impregilo, non solo sarebbero stati decurtati dalle risorse del Fondo per lo sviluppo e coesione relative al Programma attuativo della regione Campania, ma soprattutto che avrebbero inciso sul patto di stabilità 2012 della regione Campania, riducendo i suoi limiti di spesa per un importo di pari entità. Questa scelta rischiava di dare un ulteriore grave colpo alla già fragile economia regionale, che si sarebbe trovata a metà anno nell'impossibilità di investire nelle opere già programmate;
nel corso dell'esame del decreto-legge alla Camera dei deputati, è stato approvato un emendamento bipartisan che stabilisce che la riduzione dei limiti di spesa del patto di stabilità interno opera per esclusivi 138 milioni di euro, rispetto ai 355 necessari all'acquisto del termovalorizzatore di Acerra;
considerato che:
tutto il nostro Paese attraversa una crisi economica e occupazionale molto pesante. Il quadro complessivo è drammatico, soprattutto per il Meridione ed in particolare per la regione Campania, dove l'indebitamento oramai supera i 15 miliardi di euro e i settori dei trasporti e della sanità, nonché in generale il sistema imprenditoriale, sono in piena crisi. Ciò che preoccupa maggiormente è il futuro dei giovani campani, che affrontano problemi che sembrano non avere soluzione;
in questo contesto di generale e diffusa disperazione sociale, anche il solo fatto che i restanti 217 milioni di euro da pagare all'Impregilo, sempre a carico dei fondi Fas e che incideranno sul tetto di spesa regionale, blocca di fatto ogni speranza per la regione Campania di avviare un percorso virtuoso che possa permettere di affrontare ed uscire da una crisi profonda che sta gettando nella disperazione migliaia di famiglie campane;
impegna il Governo:
a verificare la possibilità che il costo del termovalorizzatore di Acerra sia, nella sua interezza, posto a carico della fiscalità generale, compatibilmente con i vincoli di finanza pubblica e nel rispetto dell'invarianza dei saldi della finanza medesima.
(0/3372/12/0113)
VINCENZO DE LUCA, ARMATO, ANDRIA, PALMA, SARRO