• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/07276 [Disagi per i passeggeri del Frecciabianca 9770]



Atto Camera

Interrogazione a risposta in Commissione 5-07276 presentata da MARIO TULLO
mercoledì 4 luglio 2012, seduta n.660
TULLO. - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. - Per sapere - premesso che:

è stata riportata da tutti i quotidiani locali la notizia del grave episodio di disservizio che si è verificato sulla linea Roma Termini-Genova con un guasto al «Frecciabianca 9770» che ha coinvolto oltre 350 passeggeri;

il convoglio partito dalla capitale alle 13,20 è rimasto bloccato per un guasto all'alimentazione del locomotore pochi chilometri dopo a circa duecento metri dalla stazione di Santa Marinella, rimanendo bloccato per circa tre ore in aperta campagna, sotto il sole e senza aria condizionata a bordo;

solo successivamente, intorno alle 16,30, il treno è stato rimorchiato fino alla stazione ferroviaria di Santa Severa dove i passeggeri hanno potuto ricevere adeguata assistenza anche sanitaria da parte della protezione civile che ha provveduto a distribuire acqua e prestare assistenza ai cittadini che avevano accusato malori a causa del forte caldo all'interno del convoglio. Due passeggeri, tra cui una donna in stato di gravidanza, sono stati trasportati in ospedale per controlli ed accertamenti;

al termine di questa odissea i passeggeri diretti a Genova sono stati fatti salire su di un diverso treno, ovviamente già pieno, dovendo quindi affrontare tutto il restante viaggio in piedi ed in situazione di ulteriore difficoltà. Nella stessa giornata sulla stessa linea altri due treni sono rimasti bloccati, tanto che il servizio 118 ha prestato assistenza a oltre 500 persone nel complesso dei tre episodi;

dalla modifica degli orari e dall'aumento delle fermate in territorio al di fuori della regione Liguria operato a fine anno, il capoluogo ligure si trova a non essere adeguatamente servito sulla tratta ferroviaria Genova-Roma in termini soddisfacenti di qualità e puntualità, non essendo più garantito il tempo di percorrenza di 3 ore e 59 minuti a fronte di un sensibile innalzamento delle tariffe, in particolare con l'introduzione del servizio «Frecciabianca» che avrebbe dovuto agevolare i collegamenti -:

quali accurate verifiche, per quanto di competenza, intenda porre in essere per chiarire le dinamiche di gestione dell'episodio segnalato;

quali misure strutturali si intendano prevedere affinché futuri casi analoghi possano essere affrontati con tempi e dinamiche tali da non lasciare i passeggeri esposti ad ulteriori difficoltà anche per la loro salute;

quali iniziative, per quanto di competenza, intenda assumere al fine di ottenere la garanzia quantomeno del ritorno ad un tempo di percorrenza Genova-Roma Termini che rientri nelle 3 ore e 59 minuti, considerando essenziale il servizio di trasporto ferroviario quale mezzo di spostamento per tanti cittadini.(5-07276)