• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/16854 [Realizzazione delle opere in materia di edilizia sanitaria in regione Lombardia]



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-16854 presentata da NICOLA MOLTENI
mercoledì 4 luglio 2012, seduta n.660
NICOLA MOLTENI e RIVOLTA. - Al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che:

il 17 marzo 2010 la regione Lombardia con delibera di giunta regionale n. VIII/11498 del 17 marzo 2010, recante «VI Atto integrativo dell'Accordo di programma Quadro in materia di edilizia sanitaria del 3 marzo 1999 - annualità 2010 - programma investimenti articolo 20 legge n. 67 del 1988», approva il VI atto integrativo in materia di edilizia sanitaria con la relativa documentazione prevista dall'accordo tra Governo, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano del 28 febbraio 2008 per la «definizione delle modalità e procedure per l'attivazione dei programmi di investimento in sanità»;

il 20 aprile 2010, a seguito dell'istruttoria positiva del Ministero della salute, il nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici in sanità del Ministero della salute esprimeva parere favorevole al VI atto integrativo all'accordo di programma in sanità per un importo a carico dello Stato pari a 491.532.299,81 euro, composto da 85 interventi di edilizia sanitaria;

tra gli 85 interventi previsti risultano particolarmente importanti quelli sui presidi di Cantù e di Mariano Comense, per un costo a carico dello Stato rispettivamente di 4.337.912,99 euro e di 6.197.018,55 euro;

i due presidi ospedalieri necessitano di importanti adeguamenti strutturali; l'ospedale di Cantù deve rimediare a gravi inadeguatezze del blocco operatorio, adeguare gli impianti antincendio, cucina e mensa, oltre ad altre opere nell'edificio «M», mentre l'ospedale di Mariano deve adeguare i propri impianti;

per il finanziamento degli interventi sull'ospedale di Cantù è previsto anche il contributo di un partner privato pari ad un milione di euro;

tale finanziamento del soggetto privato è stato realizzato consentendo l'ammodernamento e il miglioramento strutturale dell'ospedale di Cantù con riferimento al blocco delle sale operatorie;

ad oggi il VI atto integrativo, giacente al Ministero dell'economia e delle finanze dal 31 maggio 2010, è in attesa del prescritto concerto del Ministero medesimo;

successivamente all'avvenuta acquisizione del concerto del Ministero dell'economia e delle finanze e dell'avvenuta acquisizione dell'intesa con la Conferenza Stato-regioni, l'atto integrativo potrà essere stipulato fra regione Lombardia, Ministero dell'economia e delle finanze e Ministero della salute;

pertanto la regione potrà iscrivere a bilancio le somme necessarie per la realizzazione degli interventi del VI atto integrativo, già in istruttoria da parte del Ministero della salute nel corso dell'anno 2009, solo dopo la sottoscrizione dell'accordo di programma;

con gli imminenti provvedimenti sulla spending review il Governo prevede di effettuare un ulteriore taglio di spesa per il sistema sanitario nazionale di 3 miliardi di euro, di cui 1 miliardo nel 2012 e 2 miliardi nel 2013;

tale riduzione andrà ad incidere negativamente sulle risorse a disposizione delle regioni con un inevitabile peggioramento dei servizi sanitari ospedalieri locali -:

in quali tempi il Ministro dell'economia e delle finanze preveda di esprimere il proprio assenso al VI atto integrativo in materia di edilizia sanitaria citato in premessa, dando il via alla sottoscrizione dell'accordo di programma per la realizzazione delle opere in materia di edilizia sanitaria in regione Lombardia, consentendo l'avvio dei lavori anche nei presidi di Cantù e di Mariano Comense;

se non si ritenga opportuno rivedere l'ulteriore taglio ipotizzato al sistema sanitario nazionale. (4-16854)