• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.0/03180/002/ ... [Indennità di disoccupazione dei lavoratori frontalieri]



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/3180/2/11 presentato da GIULIANA CARLINO
martedì 3 luglio 2012, seduta n. 333

La 11a Commissione del Senato,
in sede di esame del disegno di legge n. 3180, recante "Modifiche alla legge 5 giugno 1997, n. 147, concernenti la durata dei trattamenti speciali di disoccupazione in favore dei lavoratori frontalieri italiani in Svizzera rimasti disoccupati a seguito della cessazione del rapporto di lavoro"
premesso che:
il disegno di legge in esame novella parzialmente la legge n. 147 del 1997, connessa all'accordo tra l'Italia e la Svizzera sulla retrocessione finanziaria in materia di indennità di disoccupazione per i lavoratori frontalieri - sottoscritto a Berna il 12 dicembre 1978 e reso esecutivo in Italia con il decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1980, n. 90 -, con il quale ciascun Paese si è impegnato a versare annualmente all'altro una parte delle somme raccolte mediante contribuzione, in modo da permettere all'Italia la copertura del rischio di disoccupazione totale dei propri lavoratori in Svizzera, e viceversa;
in base alla disciplina di cui alla citata legge n. 147 del 1997, hanno diritto al trattamento i frontalieri che abbiano svolto in Svizzera un'attività soggetta a contribuzione per almeno un anno nei due precedenti l'inizio dello stato di disoccupazione e quelli per i quali il mancato rinnovo del contratto di lavoro stagionale risulti, da apposita dichiarazione del datore di lavoro, determinato da motivi economici e comunque non imputabili ai lavoratori stessi;
la novella di cui al comma 1, lettera a) prevede che, per il solo anno 2012, qualora nel biennio precedente l'inizio dello stato di disoccupazione vi siano periodi di malattia o di infortunio, sia possibile non tenerne conto ai fini del computo del biennio;
impegna il Governo:
ad assumere tutte le iniziative necessarie al reperimento di ulteriori risorse volte ad assicurare l'inserimento tra i periodi indicati alla novella di cui al comma 1, lettera a) i periodi di maternità.
(0/3180/2/11)
CARLINO