• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/07794 [Sul fondo ODI]



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-07794 presentata da MARIAPIA GARAVAGLIA
martedì 26 giugno 2012, seduta n.751

GARAVAGLIA Mariapia - Al Ministro dell'interno - Premesso che:

il Fondo ODI - Fondo per lo sviluppo dei Comuni di confine è stato istituito con la legge 23 dicembre 2009, n. 191 (legge finanziaria per il 2010) e gestisce un fondo di 160 milioni di euro da destinare allo sviluppo economico e sociale dei Comuni, siti nelle Regioni Veneto e Lombardia, e confinanti con le Province autonome di Trento e di Bolzano;

i Comuni montani interessati da tale iniziativa sono i più piccoli fra le province di Verona, Vicenza, Belluno, Brescia, Sondrio e quelle autonome di Trento e Bolzano;

considerato che:

nel mese scorso l'ODI, l'organismo di indirizzo ministeriale incaricato di dare un punteggio ai progetti per lo sviluppo di detti Comuni di confine, ha proceduto alla pubblicazione della graduatoria dei Comuni ammessi a godere dei suddetti finanziamenti;

incredibilmente si rileva che da tale graduatoria sono stati esclusi tutti i Comuni ricadenti nella provincia di Verona, fatta eccezione per Malcesine;

da tale graduatoria resta esclusa anche la Lessinia, zona geografica delle Prealpi vicentine situata per la maggior parte nella provincia di Verona di rilevante valore paesistico, turistico, storico e culturale;

la decisione adottata dall'ODI sta suscitando forti protesta da parte delle popolazioni e delle amministrazioni locali escluse,

si chiede di conoscere:

quali siano i motivi per cui l'ODI, ente di gestione dei finanziamenti per lo sviluppo dei Comuni di confine, ha ritenuto di escludere la quasi totalità dei Comuni veronesi confinanti con le Province autonome di Trento e di Bolzano, in particolare dell'area geografica della Lessinia, dalla graduatoria richiamata in premessa;

se il Ministro in indirizzo non ritenga necessario, nell'ambito delle proprie competenze, verificare che la formazione della graduatoria sia avvenuta nel pieno rispetto dei criteri e delle modalità previste dalla legge istitutiva del suddetto Fondo;

se intenda, e in che modo, rendere compatibili le risorse, sebbene scarse, in dotazione del Fondo in questione con le finalità proprie dello sviluppo dei Comuni delle aree più povere, seriamente impegnate a preservare e a valorizzare con sforzo immane preziosi territori di montagna destinati altrimenti a sparire.

(4-07794)