• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/04434-A/023 [Sul Segretario comunale]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/04434-A/023presentato daPIFFARI Sergio Micheletesto diGiovedì 14 giugno 2012, seduta n. 650

La Camera,
premesso che:
il provvedimento in esame, nell'ambito delle disposizioni in materia di controlli negli enti locali successivamente stralciate nel corso dell'esame presso il Senato della Repubblica, individua il responsabile della prevenzione della corruzione negli enti locali nel segretario comunale, disponendo altresì che l'eventuale diversa determinazione da parte dell'ente debba essere motivata;

con ciò al segretario comunale era assegnata una funzione determinante nell'attività di prevenzione della corruzione, in quanto è chiamato a redigere il piano triennale di prevenzione e a definire le procedure appropriate per selezionare e formare i dipendenti che dovranno operare nei settori particolarmente esposti al rischio di corruzione e a vigilare affinché da questi siano svolte le attività nei settori rischiosi individuati – naturalmente conseguono sanzioni di carattere disciplinare nel caso di omissioni;

in particolare, il segretario comunale, al pari degli omologhi responsabili individuati nelle pubbliche amministrazioni tra i dirigenti amministrativi di prima fascia, risponde personalmente nel caso di commissione di reato all'interno dell'amministrazione di appartenenza, in ordine al mancato raggiungimento degli obiettivi, sul piano disciplinare, per danno erariale e per danno all'immagine della pubblica amministrazione;

l'attribuzione dei suddetti nuovi compiti al Segretario risulta coerente con i compiti di coordinamento dei dirigenti e di controllo sulla regolarità amministrativa, che spetta loro di diritto nei comuni sprovvisti di dirigenza o nei Comuni nei quali non si applica la distinzione tra competenze degli organi di indirizzo e organi di gestione;

in particolare, reso dal provvedimento strumento di garanzia e controllo della legalità – e dell'imparzialità – nelle amministrazioni locali, sembrerebbe necessario apportare alcune conseguenti modificazioni alla vigente disciplina dello status del segretario comunale e provinciale,

impegna il Governo

a valutare, per quanto di sua competenza, le iniziative, anche legislative, in materia di:
a) posizione di indipendenza del segretario comunale;
b) compiti e doveri di comportamento;
c) criteri di nomina, al fine di ridurne l'attuale tasso di fiduciarietà.
9/4434-A/23. (Testo modificato nel corso della seduta) Piffari, Porcino, Paladini.