• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/04434-A/014 [Introdurre una disciplina ampia ed organica dell'attività di lobbying e di relazioni istituzionali]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/04434-A/014presentato daMORONI Chiaratesto diGiovedì 14 giugno 2012, seduta n. 650

La Camera,
premesso che:
il provvedimento in esame reca una serie di disposizioni in materia di prevenzione e repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione;
in particolare, l'articolo 13, alla lettera r), introduce nel codice penale una nuova fattispecie di reato, il traffico di influenze illecite;
il nuovo articolo 346-bis del codice penale, infatti, punisce con la reclusione da uno a tre anni «chiunque, fuori dai casi di concorso nei reati di cui agli articoli 318, 319 e 319-ter, sfruttando relazioni esistenti con un pubblico ufficiale o con un incaricato di un pubblico servizio, indebitamente fa dare o promettere, a sé o ad altri, denaro o altro vantaggio patrimoniale, come prezzo della propria mediazione illecita, ovvero per remunerare il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio»;
anche nel corso dell'esame del provvedimento nelle commissioni riunite affari costituzionali e giustizia della Camera è stato segnalato un rischio di eccessiva genericità nella tipizzazione del nuovo reato;
al fine di introdurre maggiori elementi di chiarezza per qualificare con più concretezza la «mediazione illecita», diventa quanto mai urgente e necessario procedere, in tempi rapidi, all'approvazione di una disciplina legislativa recante un pieno riconoscimento e una puntuale regolamentazione dell'attività di lobbying, in modo da allineare finalmente l'Italia alla maggior parte dei Paesi europei e garantire così la massima trasparenza e la correttezza dell'attività politica, legislativa ed amministrativa, nonché una ampia e diffusa partecipazione ai processi decisionali pubblici,

impegna il Governo

ad attivarsi tempestivamente al fine di adottare provvedimenti normativi volti ad introdurre una disciplina ampia ed organica dell'attività di lobbying e di relazioni istituzionali, fissando requisiti certi ed affidabili per il suo esercizio, nel rispetto dei principi fondamentali di trasparenza, pubblicità, partecipazione, parità di trattamento e pluralismo economico, sociale e culturale.
9/4434-A/14. (Testo modificato nel corso della seduta) Moroni, Della Vedova, Bocchino, Menia, Briguglio, Giorgio Conte, Patarino, Barbaro, Consolo, Di Biagio, Divella, Galli, Granata, Lamorte, Lo Presti, Muro, Paglia, Perina, Proietti Cosimi, Raisi, Ruben, Scanderebech, Toto.