• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/07008 [Prevedere garanzie finanziarie e possibilità di accesso al credito per la ricostruzione delle imprese agricole in Emilia Romagna]



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Commissione 5-07008 presentata da TERESIO DELFINO
martedì 5 giugno 2012, seduta n.644
DELFINO e NARO. - Al Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali. - Per sapere - premesso che:

quasi centomila ettari di terreno compresi tra Modena, Bologna, Ferrara e Mantova sono senza acqua a causa dei danni provocati dalle scosse di terremoto agli impianti idraulici che garantiscono la sicurezza del territorio;

servono interventi per decine di milioni di euro nell'immediato per garantire l'irrigazione ed evitare che l'arrivo di forti piogge possa provocare alluvioni nelle campagne, ma anche nelle principali città emiliane;

il fenomeno della liquefazione delle sabbie che emergono dal terreno, rubando spazio alla terra coltivata, e che provocano numerose crepe a case e magazzini è solo l'effetto più evidente del dissesto idrogeologico provocato dal sisma che ha spaccato terreni nelle aree urbane ed agricole e messo in pericolo la stabilità del territorio;

il terremoto ha provocato danni agli impianti idraulici e frane in alcuni alvei che pregiudicano il regolare deflusso delle acque;

una prima conseguenza è stata la sospensione del servizio di irrigazione che è necessario far ripartire per preservare, nell'emergenza, una delle agricolture più floride della pianura padana: ortofrutta, viticoltura, riso, parmigiano reggiano in particolare i settori a rischio;

l'80 per cento della produzione di pere made in Italy si concentra proprio nell'area compresa tra la provincia di Modena, di Ferrara e una parte di Bologna e la loro raccolta è ora a rischio;

danni diffusi alle opere idrauliche, pur non tali da impedirne la funzionalità, sono segnalati anche nei comprensori del consorzio di bonifica dell'Emilia Centrale e del Consorzio Canale Emiliano Romagnolo;

per superare la fase di emergenza ed avviare speditamente la ricostruzione, le imprese agricole delle aree terremotate devono avere una corsia preferenziale di accesso al credito;

occorre costruire canali di fiducia per quelle aziende che, proprio perché disastrate, con le abitazioni ed i fabbricati strumentali distrutti, non hanno adeguate garanzie da offrire per l'accesso al credito, che è fondamentale per la fase di soccorso e per la ripresa in tempi celeri -:

se non ritenga opportuno assumere iniziative volte a prevedere garanzie finanziarie e possibilità di accesso al credito per la ricostruzione di molte imprese agricole che vogliono e sentono l'urgenza di ripartire subito. (5-07008)