• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/07509 [Installazione della stazione terrestre del sistema MUOS a Niscemi]



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-07509 presentata da ROBERTO DELLA SETA
martedì 22 maggio 2012, seduta n.727

DELLA SETA, FERRANTE - Ai Ministri dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e della salute - Premesso che:

nei giorni 29 e 30 aprile e 1° maggio 2012 si è svolta la manifestazione "No Muos" nella riserva naturale "Sughereta" di Niscemi (Caltanisetta), dove sono già in corso i lavori per l'installazione della stazione terrestre del sistema MUOS (Mobile user objective system) di telecomunicazioni satellitari della Marina militare Usa, composto da 3 trasmettitori parabolici basculanti ad altissima frequenza e 2 antenne elicoidali UHF che sono collegate tra loro tramite un dispositivo satellitare;

alla manifestazione, indetta per cercare di fermare i lavori e attirare l'attenzione sia dei cittadini che delle istituzioni sul pericolo a cui si potrebbe andare incontro a causa dell'installazione del sistema di antenne satellitari, hanno partecipato le amministrazioni comunali del territorio, tra i quali il Comune di Vittoria, organizzazioni sindacali e associazioni ambientaliste;

oggi si viene a conoscenza che il Sindaco di Vittoria (Ragusa), oltre a ricordare la pericolosità per i cittadini di Niscemi, ha voluto richiamare l'attenzione, in una nota, sui possibili danni per l'ambiente e per la salute dei suoi concittadini derivanti dalla realizzazione del MUOS. Per far questo il Sindaco richiama i risultati di una ricerca condotta da Massimo Zucchetti, professore ordinario di Impianti nucleari al Politecnico di Torino, e da Massimo Coraddu, consulente esterno del Dipartimento di energetica dello stesso Politecnico, che evidenzierebbero l'incompletezza e l'incongruenza dei dati tecnici forniti dalle autorità militari, nonché la dubbia fondatezza delle stesse analisi condotte dall'Arpa Sicilia;

a tale proposito si ricorda che proprio l'alta potenza dei campi elettromagnetici prodotti dal MUOS, che avrebbero interferito pesantemente con qualunque apparecchiatura elettronica, ha indotto a scartare come possibile sito dell'impianto un'altra località vicina alla base militare Usa di Sigonella,

si chiede di conoscere:

se sia stata realizzata la procedura di valutazione d'impatto ambientale e quale ne sia stato l'esito;

quali indagini si intenda porre in essere al fine di verificare l'effettiva compatibilità tra il MUOS e la salute dei cittadini, l'ambiente e il territorio interessato.

(4-07509)