• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/16055 [Organizzazioni terroristiche nascoste dietro ad attività commerciali]



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-16055 presentata da ISABELLA BERTOLINI
martedì 15 maggio 2012, seduta n.632
BERTOLINI. - Al Ministro dell'interno. - Per sapere - premesso che:

da notizie di stampa locale del 28 marzo 2012, si apprende che la Polizia di Stato di Venezia, in un'operazione antiterrorismo, ha arrestato cinque cittadini curdi: Duzgun Tahsin e Gok Hayri residenti ad Albignasego (PD), Syri Murat e Syri Mehmet residenti a Marghera (VE) e Irez Emre residente a Formigine (MO), accusati di concorso nel tentativo di estorsione e di lesioni per fini terroristici;

l'indagine era partita da un grave episodio di violenza ai danni di un cittadino turco, titolare di una rivendita di kebab in provincia di Venezia, in seguito alla quale la Digos ha inquadrato la matrice politica della vicenda in una vasta attività estorsiva, organizzata da una cellula del PKK (Partito dei Lavoratori Curdi), aventi lo scopo di riscuotere un sorta di «tassa rivoluzionaria» a danno di cittadini stranieri curdi residenti nel territorio italiano;

questa operazione, per la prima volta in Italia, ha agito direttamente sul meccanismo di raccolta fondi, destinati all'organizzazione che alimenta l'azione terroristica in patria e nelle aree di confine tra la Turchia e l'Iraq;

nel caso specifico il capo dell'organizzazione, Tashin Duzgun, responsabile per il Veneto del PKK, inviava il denaro estorto all'organizzazione terroristica, tramite banche tedesche;

nell'ambito dell'operazione, a cui hanno contribuito le Digos di Roma, Padova, Pesaro, Modena e Udine, oltre all'arresto dei cinque curdi sono state effettuate anche otto perquisizioni nelle abitazioni delle presunte vittime, dove è stato rinvenuto materiale da cui risultano i nomi dei contribuenti e le somme versate;

ciò conferma, ancora una volta, come dietro ad attività commerciali, quali i negozi di kebab, apparentemente regolari, spesso si nascondono delle vere e proprie organizzazioni terroristiche, che si vanno sempre più infiltrando su tutto il territorio nazionale ed in particolare nel Modenese, dove la presenza di extracomunitari e delle loro attività commerciali sono in continuo aumento;

l'arresto del giovane curdo residente a Formigine conferma ulteriormente l'esistenza di un movimento ritenuto vicino al PKK segnalato dall'interrogante in una precedente interrogazione parlamentare, presentata nel 2007, la n. 4-04702 -:

se sia a conoscenza dei fatti esposti;

se sia in possesso di ulteriori e nuovi elementi che ritenga utile portare a conoscenza della Camera;

se non ritenga necessario, alla luce dei fatti sopraesposti, potenziare i controlli delle Forze di polizia su tutto il territorio nazionale, per intercettare i meccanismi di raccolta fondi che avvengono con mezzi illegali, volti a finanziare attività terroristiche di organizzazioni quali il PKK. (4-16055)