• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/07396 [Sulla situazione della signora S. D'A.]



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-07396 presentata da MARCO PERDUCA
martedì 8 maggio 2012, seduta n.718

PERDUCA, PORETTI - Al Ministro della salute - Premesso che, per quanto risulta agli interroganti, la signora S. D'A., nata e residente ad Acireale (Catania), è focomelica per sindrome da talidomide, con ipoplasia agli arti inferiore sinistro e superiore destro, grave scoliosi nonché altri problemi di salute;

considerato che a quanto risulta agli interroganti:

la signora portatrice di handicap vive in situazione di gravità che necessita di assistenza continua, permanente e globale ed è affetta da grave limitazione della capacità deambulatoria (art. 30, comma 7, della legge n. 388 del 2000) come da verbale della commissione medica per l'accertamento dello stato di invalidità civile n. 714966/H del 17 marzo 2008 dell'azienda USL 3 di Catania, distretto di Acireale;

in data 18 febbraio 2010 è stata presentata una prima istanza presso il Ministero della salute di ammissione al provvedimento di indennizzo per sindrome da talidomide;

in data 24 maggio 2010 è stato effettuato un sollecito;

in data 1° luglio 2010 è stato effettuato un altro sollecito;

in data 30 agosto 2010 è stato effettuato un ulteriore sollecito;

in data 19 gennaio 2011 vi è stato un riscontro da parte del Ministero con richiesta di integrazione dei documenti (DGPROG0002107-P - 19 gennaio 2011);

in data 28 gennaio 2011 è avvenuta la trasmissione della documentazione richiesta;

in data 26 marzo 2011 l'intera documentazione è stata trasmessa da parte del Ministero della salute al Ministero della difesa - Dipartimento militare di medicina legale di Messina (DGPROG/I.5d.d./2009);

in data 11 luglio 2011 è avvenuta la trasmissione del verbale con giudizio positivo di nesso di causalità (prot. n. 12653/ML/L.210/92 ex legge 24 dicembre 2007, n. 244) dal Dipartimento militare di medicina legale di Messina al Ministero della salute;

in data 28 ottobre 2011 vi è stato l'accoglimento della pratica e la richiesta di trasmissione delle coordinate bancarie;

in data 7 novembre 2011 vi è stata la trasmissione della documentazione richiesta;

in data 23 gennaio 2012 vi è stata la trasmissione della liquidazione dell'indennizzo ex art. 2, comma 363, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, e del decreto n. 163 del 2 ottobre 2009;

in data 19 aprile 2012 è stato informato il Presidente della Repubblica dell'intera vicenda;

con il passare del tempo lo stato di salute della signora è sensibilmente peggiorato e la famiglia non ha i mezzi finanziari necessari per far fronte appieno alle complesse e costose cure necessarie,

si chiede di sapere quando si intenda liquidare quanto richiesto e approvato.

(4-07396)