• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/05109-AR/1 ... [Sulle concessioni per la gestione telematica degli apparecchi di gioco]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/5109-AR/110 presentato da FRANCESCO BARBATO testo di giovedì 19 aprile 2012, seduta n.624

La Camera,
premesso che:
il quadro normativo relativo alla disciplina delle concessioni per la gestione telematica degli apparecchi di gioco risulta particolarmente complesso, ed è stato oggetto di numerose modifiche;
l'accavallarsi dei predetti interventi normativi rende quindi necessario eliminare ogni dubbio in merito alla disciplina vigente in materia, in particolare per quanto riguarda il rinnovo delle concessioni;
il settore, come denunciato dalla Commissione antimafia, è pesantemente infiltrato dalle organizzazioni criminali;
occorre dunque una normativa severa e che non dia spazio alle infiltrazioni delle organizzazioni mafiose;
nei bandi per le concessioni occorre prevedere:
il divieto di partecipazione alle gare di appalto per le società i cui soggetti controllanti o partecipanti siano residenti negli Stati o territori non appartenenti alla Comunità economica europea aventi un regime fiscale privilegiato (cosiddetti «Paradisi fiscali»), oppure non siano residenti negli Stati indicati nel decreto ministeriale 4 settembre 1996 (cosiddetta «white list»);
che la partecipazione alle gare delle società residenti negli altri paesi sia subordinata alla piena trasparenza dei soggetti proprietari delle medesime società, certificata dalle autorità locali;
il divieto di partecipazione alle gare di trust, di società fiduciarie e di società off-shore, o comunque l'obbligo per le società fiduciarie, i trust e i fondi di investimento che detengono, anche indirettamente, partecipazioni al capitale od al patrimonio di società concessionarie di giochi pubblici, di dichiarare l'identità del soggetto mandante;

bisogna inoltre, con riferimento ai controlli relativi ai requisiti previsti per l'accesso alle concessioni in materia di gioco pubblico ovvero per il mantenimento dei requisiti stessi da parte di soggetti con domicilio, sede o comunque stabiliti in Paesi esteri, che l'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato possa avvalersi:
a) degli ordinari canali di polizia e diplomatici, per il controllo dei requisiti in materia di antimafia e di quelli concernenti i precedenti penali ed i carichi pendenti;
b) dei predetti canali di polizia e diplomatici o, in mancanza, di primarie società di revisione, scelte con procedure ad evidenza pubblica, per il controllo dei requisiti di natura economica e finanziaria,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di prendere le opportune iniziative normative al fine di attuare le disposizioni illustrate in premessa.
9/5109-AR/110.(Testo modificato nel corso della seduta).Barbato, Messina, Paladini.