• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/05109-AR/0 ... [Riduzione ex lege dell'aliquota dell'IMU per gli immobili locati, con particolare riferimento a quelli a «canone concordato»]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/5109-AR/97 presentato da SERGIO MICHELE PIFFARI testo di giovedì 19 aprile 2012, seduta n.624

La Camera,
premesso che:
mentre la disciplina generale relativa all'imposta municipale unica (IMU) recata dal decreto legislativo n. 23 del 2011 stabiliva che l'aliquota dell'imposta municipale unica, prevista in via generale nella misura del 7,6 per mille, fosse ridotta alla metà (3,8 per mille) per gli immobili locati, la disciplina in via sperimentale, di cui all'articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, demanda ai comuni la scelta se stabilire una aliquota differenziata per tali immobili, con possibilità di scendere fino al 4 per mille;
la riduzione dell'aliquota al 4 per mille dell'IMU sugli immobili locati potrebbe aiutare un settore come quello delle locazioni che risente in misura significativa della congiuntura economica negativa;
le disposizioni di cui al comma 5 dell'articolo 4 escludono, tra l'altro, dal gettito IMU spettante allo Stato la quota di imposta dovuta sugli immobili delle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibiti ad abitazione principale dei soci assegnatari, sugli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari;

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di novellare l'articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, recante la disciplina sperimentale dell'IMU, prevedendo in luogo della facoltà riconosciuta ai comuni, la riduzione ex lege dell'aliquota dell'imposta per gli immobili locati, con particolare riferimento a quelli a «canone concordato».
9/5109-AR/97.Piffari, Mura, Paladini.