• Testo interrogazione in commissione

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/06635 [Atti vandalici nella sede del Partito Democratico di Pisa]



FONTANELLI, GATTI, REALACCI, LETTA e FIANO. - Al Ministro dell'interno. - Per sapere - premesso che:
nella notte tra il 13 e il 14 aprile 2012, presso la sede del Partito Democratico di Pisa, sito in via Fratti 9, degli ignoti hanno compiuto uno sconcertante e grave atto vandalico, tentando lo sfondamento, probabilmente con una mazza, del vetro blindato della porta d'ingresso dell'edificio e vergando sulla parete di fianco una appariscente scritta «NO TAV»;
il fatto descritto evidenzia come alcune frange violente cerchino di legittimare le loro azioni nascondendosi dietro e all'interno di legittimi movimenti di dissenso e contestazione come nel caso della TAV, con il chiaro obiettivo di incentivare tensioni e conflitti sociali. Fenomeno evidenziato anche nelle recenti audizioni in I Commissione dei massimi responsabili delle forze dell'ordine. È evidente come sia necessario mantenere alto il livello di attenzione verso queste azioni e di garantire un quadro di misure di vigilanza adeguato, allo scopo di prevenire il ripetersi di episodi simili, se non più pericolosi -:
se sia a conoscenza dell'episodio riportato in premessa e, in un periodo caratterizzato dall'inasprirsi del malessere sociale, quali iniziative intenda adottare per rafforzare la tutela dei luoghi rappresentativi della democrazia.
(5-06635)