• Testo interrogazione a risposta scritta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/15618 [Confermare il finanziamento previsto a favore della linea Pistoia-Lucca-Viareggio]



MIGLIORI. - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro dello sviluppo economico. - Per sapere - premesso che:
la situazione della rete ferroviaria nella regione Toscana presenta nel suo complesso numerosi deficit infrastrutturali, in particolare lungo la tratta di collegamento della linea tra Prato, Pistoia e Viareggio, che risulta obsoleta;
ulteriori profili di criticità emergono oltre alla suddetta direttrice, in merito al tratto ferroviario che collega Pistoia con

Lucca e Viareggio il cui collegamento è garantito tuttora con un solo binario, i cui tempi di percorrenza sono eccessivamente lunghi e caratterizzati da regolari ritardi che provocano evidenti disagi ai numerosi pendolari che quotidianamente utilizzano il sistema ferroviario come mezzo di trasporto, in particolare i portatori di handicap, il cui accesso ai servizi, risulta estremamente difficoltoso;
a livello regionale, inoltre, occorre confermare che l'asse ferroviario Firenze-Viareggio risulta strategico ed importante non solo per i fruitori giornalieri ma anche per i fattori di sviluppo e di crescita che interessano la regione Toscana, in considerazione agli aspetti positivi di alleggerimento del traffico su gomma;
a tal proposito, sono state realizzate numerose iniziative e siglati diversi protocolli d'intesa, da parte delle province interessate dalla suddetta tratta, dalla medesima regione e dai precedenti Governi con Rete ferroviaria italiana, che rappresenta il gestore dell'infrastruttura ferroviaria nazionale, al fine di sviluppare e potenziare maggiormente l'asse ferroviario interessato;
in particolare, il 22 gennaio 2010, fu siglato tra il precedente Governo Berlusconi e la regione Toscana, l'atto aggiuntivo all'intesa generale-quadro, per il congiunto coordinamento e la realizzazione delle infrastrutture strategiche, con indicazione delle principali priorità, in coerenza con quanto previsto dall'articolo, comma 1, della legge n. 443 del 2001 cosiddetta legge obiettivo, che prevede, in merito agli interventi previsti dal programma, che essi siano compresi all'interno della suesposta intesa generale quadro, avente validità pluriennale, tra il Governo e ogni singola regione, al fine del coordinamento e della realizzazione delle opere infrastrutturali;
il suesposto atto aggiuntivo, prevedeva fra le diverse opere indicate come priorità di finanziamento, anche il potenziamento della linea ferroviaria Pistoia-Lucca-Viareggio;
sembrerebbe tuttavia che, nell'ambito di un recente protocollo di intesa tra la regione Toscana e Rete ferroviaria italiana, a favore della predetta tratta ferroviaria, come indicato dal suesposto atto aggiuntivo generale quadro, i fondi inizialmente stanziati a favore della linea ferroviaria che collega Pistoia, con Lucca e Viareggio, non siano più indicati, diversamente da quanto invece stabilito da parte del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti -:
quali siano gli orientamenti del Ministro, nell'ambito delle proprie competenze, con riferimento a quanto esposto in premessa;
se si intenda confermare il finanziamento previsto a favore della linea Pistoia-Lucca-Viareggio, così come individuato nell'atto aggiuntivo all'intesa generale quadro;
in caso contrario, quali iniziative urgenti di competenza si intendano intraprendere al fine di mantenere gli impegni precedentemente siglati, affinché, una importante infrastruttura, quale quella del tratto ferroviario esposto in premessa, dopo molti anni di impegni e fasi progettuali, possa essere realizzata, e di consentire alla regione Toscana di possedere gli standard delle regioni più evolute dal punto di vista infrastrutturale e di espletare i migliori servizi alla comunità locale interessata.
(4-15618)