• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/04940-B/074 [Stabilire il reintegro automatico del fondo di riserva per le spese impreviste mediante l'utilizzo di una varietà di fonti di entrata]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/4940-B/74 presentato da MICHELE VENTURA testo di martedì 3 aprile 2012, seduta n.616

La Camera,
premesso che:
il Senato ha modificato il decreto-legge in commento stabilendo che sia mantenuto in vigore l'obbligo di reintegrare il fondo di riserva per le spese impreviste, istituito presso il Ministero dell'economia e delle finanze dall'articolo 28 della legge n. 196 del 2009, in caso di utilizzo per il finanziamento delle emergenze di protezione civile, mediante corrispondente reintegrazione delle risorse attraverso l'aumento dell'accisa su benzina, benzina senza piombo e gasolio usato come carburante;
in particolare il Senato ha soppresso la voce n. 263 della Tabella A, allegata all'articolo 62 del decreto-legge in commento, recante le disposizioni da abrogare con decorrenza dal sessantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore della legge di conversione: in sintesi, con la suddetta soppressione - tenuto conto della declaratoria d'illegittimità costituzionale, di cui alla sentenza della Corte Costituzionale n. 22 del 2012 del 13-16 febbraio 2012, in merito all'articolo 5-quater e al primo periodo del comma 5-quinquies dell'articolo 5 della legge n. 225 del 1992 - resta ferma la vigenza delle disposizioni di cui ai periodi dal secondo al quarto dello stesso comma 5-quinquies;
l'aumento - che è deliberato dal direttore dell'Agenzia delle dogane in misura non superiore a cinque centesimi al litro e, comunque, in misura tale da determinare maggiori entrate corrispondenti all'importo prelevato dal fondo di riserva - è finalizzato anche alla copertura degli oneri derivanti dal differimento, in caso di dichiarazione dello stato di emergenza, dei termini per gli adempimenti e i versamenti dei tributi e dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali di cui al comma 5-ter;
l'esistenza di tale automatismo e i timori di aumentare ulteriormente il prezzo della benzina, già da tempo in costante crescita, non hanno consentito di indennizzare i cittadini dei territori colpiti da calamità naturali, compresi quelli della eccezionale nevicata del febbraio scorso,

impegna il Governo:

a valutare l'opportunità, nell'ambito della propria iniziativa, di stabilire il reintegro automatico del fondo di riserva per le spese impreviste mediante l'utilizzo di una varietà di fonti di entrata, compresi i tagli sulla spesa, senza esclusivo riferimento alle accise sui carburanti;
a garantire in ogni caso adeguati finanziamenti per i territori colpiti dalle straordinarie precipitazioni nevose del febbraio scorso.
9/4940-B/74. Ventura, Giovanelli, Mariani.