• Testo interpellanza

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.2/01437 [Negare l'estradizione di Arsen Avakov, valutando, la concessione dell'asilo politico]



I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro della giustizia, il Ministro dell'interno, il Ministro degli affari esteri, per sapere - premesso che:
la scorsa settimana la Camera dei deputati ha ospitato Eugenia Timoshenko figlia dell'ex Primo Ministro dell'Ucraina Yulia Timoshenko, per sostenere la campagna per la sua liberazione e in quella occasione tutte le forze politiche hanno denunciato gli arresti arbitrari di esponenti del precedente Governo;
pochi giorni fa è stato arrestato a Frosinone, su richiesta della autorità giudiziaria ucraina e su mandato dell'Interpol, Arsen Avakov, già governatore di Kharkiv e personalità di spicco del partito «Patria», lo stesso dell'ex Primo Ministro Yulia Timoshenko;
appare evidente che la richiesta di arresto avanzata dalle autorità ucraine si iscrive, purtroppo, in un elenco che si fa via via più lungo, di arresti evidentemente di carattere politico, a cominciare da quello della stessa Yulia Timoshenko;
questi arresti, tutti di esponenti dei passati governi regionali e nazionali, sono basati sull'accusa di «abuso di potere» (articolo 365 del codice penale ucraino), e appaiono tutti ispirati dalla volontà del Governo dell'Ucraina di perseguire e condannare gli esponenti dei passati Governi;
le forze di polizia e le autorità italiane devono cooperare alla repressione dei fenomeni criminali, ma non certo alla persecuzione politica, realizzata in patria ed all'estero, perpetrata dalle attuali autorità ucraine, per mezzo di una magistratura tutt'altro che indipendente -:
se i Ministri interpellati non ritengano, per quanto sopra esposto, di negare l'estradizione di Arsen Avakov, valutando, la concessione dell'asilo politico, qualora Avakov ne facesse richiesta.
(2-01437)«Vernetti, Della Vedova».