• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/01690 CHIAPPORI, ALESSANDRI, NICOLA MOLTENI, ALLASIA, FORCOLIN, BONINO, FAVA, CONSIGLIO, D'AMICO, FOGLIATO e CALLEGARI. - Al Ministro dell'interno, al Ministro delle politiche agricole, alimentari e...
LEGGI ANCHE IL TESTO DELLA RISPOSTA ALL'INTERROGAZIONE
Testo della risposta scritta



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-01690 presentata da GIACOMO CHIAPPORI
giovedì 20 novembre 2008, seduta n.090
CHIAPPORI, ALESSANDRI, NICOLA MOLTENI, ALLASIA, FORCOLIN, BONINO, FAVA, CONSIGLIO, D'AMICO, FOGLIATO e CALLEGARI. - Al Ministro dell'interno, al Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali. - Per sapere - premesso che:


in data 1o novembre 2008, alle ore 12:00, è scaduto il termine per la presentazione delle liste per l'elezione del Presidente e del Consiglio Regionale in Abruzzo;

in sede di presentazione alcune liste sono state escluse perché - a dire dell'Ufficio elettorale competente - i rispettivi rappresentanti avrebbero presentato la documentazione con uno sforamento di pochi minuti rispetto al termine di legge;

in particolare la lista denominata «Alleanza Federalista», il cui rappresentante era già presente nel seggio, non avrebbe potuto completare la necessaria documentazione per impedimento all'accesso causato dai disordini scoppiati, prima delle ore 12 dello stesso giorno, all'esterno dell'Ufficio con pressione di varie persone sugli accesi ai locali antistanti, disordini che hanno indotto le forze dell'ordine ivi presenti (probabilmente su conforme richiesta del Presidente dell'Ufficio centrale elettorale) a disporre il blocco degli afflussi nei locali ove si svolgevano le relative operazioni anche attraverso la chiusura immediata dei cancelli;

è accertato che, fra dette forze dell'ordine, figuravano alcuni appartenenti al Corpo forestale dello Stato;

proprio a causa di detto blocco degli ingressi il rappresentante di «Alleanza Federalista» non ha potuto presentare, nel termine delle ore 12, il proprio fascicolo completo di tutta la necessaria documentazione, incorrendo così nella esclusione dalla competizione elettorale;

la situazione appena denunciata ha interessato anche altre liste, una delle quali («Per il Bene Comune») è stata riammessa alla competizione con decreto del Presidente del T.A.R. Abruzzo (sez. I) n. 249 del 2008;

identico, favorevole, decreto presidenziale è Stato invece negato alla lista denominata «Alleanza Federalista»;

deriva da quanto sopra una violazione della parità di trattamento fra le diverse liste in competizione che può gravemente compromettere la legittimità delle operazioni elettorali successive al diniego di partecipazione opposto, prima dall'Ufficio elettorale e poi dal Presidente del Tribunale amministrativo regionale, alla lista da ultimo menzionata;

sembra incontrovertibile il rapporto di causa-effetto corso fra i disordini prima richiamati e l'obiettiva impossibilità, per i rappresentati di detta lista, di depositare tempestivamente tutta la necessaria documentazione;

risulta dirimente - almeno al fine di evitare il permanere della lamentata disparità, consentendo l'emissione dei provvedimenti giudiziali necessari ad assicurare la più ampia partecipazione elettorale - conoscere l'orario esatto in cui i detti disordini hanno avuto inizio -:

se il Ministro dell'interno e il Ministro delle politiche agricole e forestali, ciascuno per quanto di rispettiva competenza, intendano verificare quanto effettivamente accaduto al momento della presentazione delle liste indicate in premessa e in particolare:

a) in quale preciso momento - rispetto al termine di scadenza prima indicato - siano effettivamente iniziati i disordini nelle zone antistanti la sede della Corte di appello di L'Aquila in data 1o novembre 2008;

b) in quale preciso momento si sia effettivamente proceduto a bloccare gli ingressi negli uffici e, per conseguenza, ad impedire l'accesso nei locali ove il deposito dei suddetti documenti sarebbe dovuto avvenire. (4-01690)