• Testo interrogazione a risposta scritta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/15431 [Sulla morte di un uomo al pronto soccorso dell'ospedale del ceppo di Pistoia]



FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BELTRANDI, BERNARDINI, MECACCI e ZAMPARUTTI. - Al Ministro della salute. - Per sapere - premesso che:
secondo quanto riferito da agenzie di stampa e siti internet di informazioni un uomo di 68 anni è morto nella notte al pronto soccorso dell'ospedale del ceppo di Pistoia, a causa di un errore commesso da un'infermiera, che avrebbe reciso erroneamente con le forbici con cui stava tagliando i pantaloni anche il cavo esterno che alimenta il dispositivo di supporto ventricolare Vad (Ventricular assestement device) che gli era stato impiantato da tempo al San Raffaele di Milano;
secondo quanto ricostruito, l'anziano cardiopatico era arrivato al pronto soccorso con difficoltà respiratorie e scompenso cardiaco. Come prevede il protocollo, gli stato inserito un catetere: durante questa operazione, sarebbe stato reciso il cavo del macchinario che teneva in vita il 68enne -:
quale sia l'esatta dinamica del grave incidente e se intenda, nell'ambito delle proprie responsabilità e prerogative, acquisire elementi in relazione a quanto descritto in premessa per quanto accaduto.
(4-15431)