• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/04999-A/040 [Uniformare la legislazione relativa alla definizione di sottoprodotto ed al ciclo integrato dei rifiuti]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/4999-A/40 presentato da GIUSEPPINA SERVODIO testo di giovedì 15 marzo 2012, seduta n.605

La Camera,
premesso che:
il provvedimento in esame contiene misure straordinarie e urgenti in materia ambientale, tra le quali particolare rilievo assumono quelle relative al settore dei rifiuti;
sono anni che in dottrina e giurisprudenza si discute la problematica connessa alla nozione di «rifiuto», insieme a quelle, correlate, dei «sottoprodotti» e delle «materie prime secondarie» (MPS);
negli ultimi tempi si assiste a un grande interesse intorno ai sottoprodotti agroindustriali ed ai rifiuti anche per problemi ambientali oltre che per lo sviluppo della bioeconomia;
la necessità di delineare e chiarire il contesto e l'interpretazione normativa per numerosi rifiuti e sottoprodotti agricoli o agroindustriali, utilizzabili successivamente in pratiche agronomiche, è quindi particolarmente urgente, al fine di adeguare la legislazione in materia alle nuove norme comunitarie;
infatti numerose biomasse sono definite rifiuti dalla legislazione vigente con la conseguente impossibilità ad essere utilizzate in impianti di tipo agricolo i quali non sono autorizzati a trattare rifiuti;
sarebbe opportuno uniformare la legislazione relativa alla definizione di sottoprodotto ed al ciclo integrato dei rifiuti solidi urbani e agricoli anche in considerazione dall'ampia convergenza parlamentare che si registra su questi temi,

impegna il Governo

ad assumere le opportune iniziative al fine di uniformare la legislazione relativa alla definizione di sottoprodotto ed al ciclo integrato dei rifiuti prevedendo in particolare di:
a) agevolare il riutilizzo di materiali vegetali e del digestato, inteso come prodotto ottenuto dalla digestione anaerobica di prodotti o di sottoprodotti che siano utilizzabili come ammendanti;
b) favorire l'utilizzo degli sfalci e delle potature derivanti dalla manutenzione del verde pubblico e privato, per la produzione di energia da biomassa mediante processi o metodi che non danneggiano l'ambiente né mettano in pericolo la salute umana;
c) chiarire che i sottoprodotti di origine animale destinati all'incenerimento, allo smaltimento in discarica o all'utilizzo in un impianto di produzione di biogas o di compostaggio sono da considerare rifiuti quando non sono destinati all'utilizzazione agronomica nell'ambito di una o più aziende agricole consorziate che ospitano l'impianto, mentre sono esclusi dall'ambito di applicazione della disciplina dei rifiuti qualora siano destinati all'utilizzazione agronomica e in conformità alla disciplina comunitaria di settore.
9/4999-A/40.(Testo modificato nel corso della seduta)Servodio, Oliverio, Zucchi, Agostini, Brandolini, Marco Carra, Cenni, Dal Moro, Fiorio, Marrocu, Mario Pepe (PD), Cuomo, Sani, Trappolino.