• Testo interrogazione in commissione

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/06291 [Ripulire l'area archeologica della necropoli etrusca della Banditaccia di Cerveteri]



SCALERA, VESSA, LAINATI, PALMIERI, STASI, PETRENGA, MURO, RIVOLTA, DI CENTA, IAPICCA, VELLA, IANNARILLI, IANNACCONE, FRASSINETTI, MILANESE, NICOLUCCI e MAZZARELLA. - Al Ministro per i beni e le attività culturali. - Per sapere - premesso che:
nell'ambito della necropoli etrusca della Banditaccia di Cerveteri, area presente sin dal 2004 nella lista dei siti Unesco - Patrimonio dell'umanità, si registrano le costanti incursioni di tombaroli senza scrupoli che hanno depredato, in questi anni, migliaia di reperti archeologici di indiscutibile valore storico;
nonostante il significativo impegno di alcune associazioni culturali impegnate sul territorio la situazione non sembra registrare, al momento, particolari miglioramenti;
l'amministrazione locale appare, per l'ennesima volta, forzatamente immobile, poiché sciolta e commissariata, a seguito di una serie di avvisi di garanzia pervenuti per presunte irregolarità urbanistiche;
l'obiettivo dei malviventi appare oggi quello di ridurre l'importanza del sito archeologico, pervenendo rapidamente alla perdita del bollino Unesco, per liberarsi da ogni particolare vincolo ed incentivare i loro traffici illegali -:
se non ritenga necessario intervenire rapidamente per ripulire l'intera area archeologica in vista della prossima ispezione dei commissari dell'Onu, il cui parere appare fondamentale per la riconferma della protezione dell'Unesco, attuando,

nel frattempo, ogni utile iniziativa per evitare quella spoliazione culturale che rende negativa l'immagine dell'Italia agli occhi dell'intera comunità internazionale.
(5-06291)