• Testo interrogazione a risposta scritta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/15073 [Inchiesta sulle bonifiche sottomarine previste per il mancato G8 alla Maddalena]



MURGIA. - Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. - Per sapere - premesso che:
secondo il quotidiano La Nuova Sardegna l'inchiesta sulle bonifiche sottomarine previste per il mancato G8 da tenersi alla Maddalena e poi spostato a L'Aquila sarebbe alle battute finali;
secondo i periti della procura di Tempio dalle carte risulta un inquinamento marino e dei fondali da idrocarburi, metalli pesanti e arsenico ben superiore ai parametri previsti dalla legislazione nazionale. Un danno ambientale esteso ben oltre la fascia di mare campionata;
i risultati delle analisi hanno evidenziato lo stato di estrema pericolosità dello specchio d'acqua davanti al Main Center e la ricaduta di materiali inquinanti in un'area sottomarina che si estende ben oltre i nuovi pontili, verso l'isola di Santo Stefano;
in mare, e nei fondali, sono presenti quantità industriali di idrocarburi, piombo, arsenico, zinco, rame e mercurio che pregiudicano e rendono pericolosa non soltanto la balneazione, ma anche la pesca e il transito nell'intera area, che si estende per una decina di ettari;
nell'indagine, sempre secondo il quotidiano La Nuova Sardegna, risultano indagati, per inquinamento ambientale, falso (per le fatturazioni in eccesso) e altri reati, i rappresentanti legali della «Cidonio Spa» - l'impresa alla quale la struttura di missione della protezione civile guidata da Guido Bertolaso affidò l'incarico di bonificare il tratto di mare dell'ex arsenale - e le ditte subappaltanti che lavorarono nella realizzazione del mancato G8 del 2009;
nel frattempo lo stesso magistrato ha già aperto una seconda inchiesta, riguardante le bonifiche ambientali effettuate a terra, nel Main Center, l'ex arsenale e l'ex

ospedale della Marina Militare, e sui costi che per questa intrapresa sono stati sostenuti a carico dello Stato;
la protezione civile è incaricata di «completare» le bonifiche a mare, ma l'intera area è inquinata di almeno il doppio rispetto le analisi chimico-batteriologiche effettuate dall'Arpa regionale poco prima dell'avvio dei lavori del G8 -:
se il Governo sia al corrente della vicenda;
quali iniziative, il Governo intenda perseguire per salvaguardare l'immagine della Maddalena;
se il Governo non ritenga che, sia il caso che lo Stato si costituisca parte civile a tutela delle popolazioni maddalenine e del territorio che hanno subito rilevanti danni economici dall'azione nefasta di ben individuati gruppi economici.
(4-15073)