• Testo interrogazione in commissione

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/06122 [Sospensione di numerose linee ferroviarie anche in zone non interessate dalla neve]



ZAZZERA. - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che:
a causa delle precipitazioni nevose, il 7 febbraio 2012 il gruppo ferrovie dello Stato ha comunicato la sospensione della circolazione ferroviaria sulle linee che collegano la Puglia con la Campania e con la Basilicata, ed il blocco dei treni sulle tratte Foggia-Benevento, Foggia-Potenza e Barletta-Spinazzola;
il traffico di Ferrovie dello Stato nella stessa giornata ha subito inoltre notevoli rallentamenti sulle principali linee regionali: Bari-Foggia, Lecce-Bari, Bari-Taranto e Brindisi-Taranto;
sulla linea Caserta-Foggia, tra Benevento e Cervaro, si è interrotta la circolazione, come pure sulle linee secondarie Foggia-Potenza e Termoli Campobasso;
le linee secondarie Roccasecca-Avezzano, Attigliano-Viterbo, Avellino-Mercato San Severino e Benevento-Boscoredole sono state chiuse;
la forte nevicata del 7 febbraio 2012, peraltro già annunciata, non ha interessato tutte le zone della Puglia, eppure è stata causa di un incredibile disservizio ferroviario che ha isolato i cittadini dal resto d'Italia;
le sospensioni delle linee, infatti, si sono verificate anche in parti della regione dove la neve non è arrivata copiosa o non è arrivata affatto;
di fronte ad un evento meteorologico prevedibile, il servizio fondamentale per i collegamenti non è stato in grado di funzionare, determinando gravissimi disagi alla popolazione del Mezzogiorno -:
di fronte ad une evento meteorologico annunciato, quali ragioni abbiano determinato la sospensione delle linee ferroviarie di cui in premessa e i notevoli disservizi anche nelle zone della Puglia non interessate dalle precipitazioni nevose;
quali iniziative di competenze si intendano assumere nei confronti di Trenitalia e Ferrovie dello Stato.
(5-06122)