• Testo interrogazione a risposta scritta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/14787 [Informazioni sulla quota dell'otto per mille a gestione statale destinata alla lotta alla fame dal 2000 a oggi]



EVANGELISTI. - Al Presidente del Consiglio dei ministri. - Per sapere - premesso che:
si apprende con disappunto della decisione del Governo di destinare i 145 milioni dell'otto per mille a gestione statale interamente all'edilizia carceraria e al mantenimento della flotta della protezione civile e altre spese non chiare, nel complesso finalità non previste per legge;
si sono cancellati anche i 4,5 milioni di euro, inizialmente previsti, da destinare alla lotta alla fame generando una mobilitazione da parte della società civile con la sottoscrizione di una petizione condivisa da tutte le Ong la cui richiesta non punta a chiedere al Governo di tornare sui propri passi, quanto piuttosto a chiarire entro il 15 marzo quante risorse sono disponibili per la lotta alla fame;
il problema di quest'anno, e di tutte le volte che c'è stato azzeramento come è accaduto nel 2000, è che le Ong (e non solo) pur presentando progetti per l'8 per mille da destinare alla lotta alla fame, selezionati da un comitato interministeriale, se li sono visti annullare da una decisione ministeriale, dopo il lavoro d'istruttoria;
le relazioni complessive di ripartizione dell'otto per mille a gestione statale non rendono evidenti gli ammontari destinati alla lotta alla fame dal 2000 a oggi -:
quanto sia stato ripartito dell'otto per mille a gestione statale per la lotta alla fame dal 2000 a oggi sia in termini assoluti (milioni di euro) sia in percentuale sul totale della quota a ripartizione statale, con dati presentati anno per anno.
(4-14787)