• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.3/02627 [Svolgimento del censimento negli istituti penitenziari]



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-02627 presentata da ROBERTO DI GIOVAN PAOLO
giovedì 2 febbraio 2012, seduta n.669

DI GIOVAN PAOLO - Ai Ministri della giustizia, dell'interno e della salute - Premesso che:

in questi giorni sta terminando il periodo per effettuare il quindicesimo censimento Istat 2011 e la compilazione di questo è un dovere di tutti i cittadini;

il censimento è di fondamentale importanza non solo per l'individuazione della residenza, ma anche per il godimento dei diritti di cittadinanza e per l'iscrizione al sistema sanitario nazionale e quindi regionale;

una parte della compilazione del censimento è destinata alla comunità detenuta;

le difficoltà, più volte denunciate dal mondo dell'associazionismo e dal mondo politico, delle istituzioni preposte alle questioni che riguardano il sovraffollamento, le piante organiche del personale e la continua mobilità dei detenuti potrebbero far pensare che la compilazione del censimento sia di difficile attuazione;

il mancato censimento della popolazione detenuta potrebbe influire sull'aumento del numero dei senza fissa dimora, con ulteriori problemi sanitari al momento della scarcerazione e della messa in libertà (prescrizioni mediche, di farmaci, continuità assistenziale e socio-sanitaria, ricoveri in lungodegenze, monitoraggio e prevenzione di patologie infettive, eccetera);

è necessario dare piena applicazione alla riforma della sanità penitenziaria che prevede che i detenuti e gli internati, al pari dei cittadini in stato di libertà, abbiano pari diritto all'erogazione delle prestazioni di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione previste nei livelli essenziali di assistenza (LEA),

si chiede di sapere:

come il Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria e, di conseguenza, gli istituti penitenziari, le cui difficoltà sono note, stiano svolgendo il censimento;

se risulti che i detenuti e il personale degli istituti penitenziari sono informati dell'importanza che il censimento riveste in relazione ai benefici di legge previsti e all'accesso al servizio sanitario nazionale;

se risulti che l'Istat predisporrà una specifica analisi da trasmettere ai Ministeri della giustizia, della salute e dell'interno.

(3-02627)