• Testo interrogazione a risposta orale

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.3/02068 [Acquisizione da parte di Alitalia di Wind jet e di Blu express-Panorama]



TERRANOVA, FALLICA, GRIMALDI, MICCICHÈ, STAGNO d'ALCONTRES, IAPICCA, PUGLIESE, SOGLIA e MISITI. - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. - Per sapere - premesso che:
si è appreso dalla stampa che il consiglio di amministrazione di Alitalia avrebbe deliberato l'acquisizione di Wind jet e di Blu express-Panorama;
tale operazione, nonostante la sua rilevanza per l'industria dell'aviazione commerciale italiana e per l'intero trasporto aereo del nostro Paese, continua a non essere conosciuta neppure nelle linee generali, suscitando perplessità evidenziate anche dal presidente dell'Enac;
il rischio, soprattutto per gli aeroporti della Sicilia ben assistiti da queste compagnie aeree, soprattutto nei collegamenti di mobilità Nord-Sud (ovvero verso Roma e Milano, peraltro a tariffe cosiddette low cost), è che questa operazione possa determinare una concentrazione nella mani di Alitalia, a scapito della funzionalità dei collegamenti e, soprattutto, dei costi di trasporto. Circostanza assai più grave se si tiene conto che dalla Sicilia, a causa anche della mancanza d'investimenti effettuati nell'alta velocità ferroviaria, non ci sono sistemi di trasporto alternativi ed efficienti per raggiungere il Centro e il Nord Italia;
sull'aeroporto di Palermo, Wind jet e Blu express-Panorama hanno trasportato nel 2011 circa 900 mila passeggeri. Questo

significa che, a seguito della loro acquisizione, la quota di mercato di Alitalia passerebbe a 2,7 milioni di passeggeri, passando dal 43 al 65 per cento del traffico domestico. La compagnia finirebbe ad operare in regime di monopolio, in particolare per i voli su Roma;
già oggi, Alitalia si sta caratterizzando per una politica di eccessiva ottimizzazione delle rotte dalla Sicilia - dove già opera in posizione di leader del traffico domestico - al fine di sostenere le rotte Roma/Milano;
ad esempio, dal 10 novembre 2011 (inizio della winter 2011) al 26 gennaio 2012 (ultimo dato disponibile), a fronte di 3.210 voli programmati, Alitalia ha operato effettivamente n. 2.598 voli: in pratica, ne sono stati cancellati 612, pari al 19 per cento;
questo è solo uno dei tanti esempi delle riduzioni di servizio di Alitalia in Sicilia. Un altro esempio: nella settimana dal 30 gennaio al 5 febbraio 2012, Alitalia ha cancellato 78 voli da e per Palermo -:
quali iniziative di competenza il Governo intenda intraprendere per evitare che quanto sopra esposto possa danneggiare i passeggeri che viaggiano tra la Sicilia e gli altri aeroporti nazionali.
(3-02068)