• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.9/03066/115 [Affidare alla Regione Lombardia la riorganizzazione dei consorzi dell'Adda, del Ticino e dell'Oglio]



Atto Senato

Ordine del Giorno 9/3066/115 presentato da GIANVITTORE VACCARI
mercoledì 21 dicembre 2011, seduta n. 650

Il Senato,
premesso che,
l'articolo 21 del decreto-legge n. 201 del 2011 prevede la soppressione
dei consorzi dell'Adda, del Ticino e dell'Oglio e la contestuale istituzione
di un unico consorzio nazionale denominato "Grandi Laghi prealpini
";
la misura in questione, dal tenore anacronisticamente centralista, si
configura come un atto dalle conseguenze assolutamente irrazionali e di
evidente inefficacia. Cio` soprattutto in ragione del fatto che la gestione
e la regolazione delle risorse idriche territoriali devono il piu` possibile appartenere
alle autonome e specifiche esigenze degli utenti che ne beneficiano
e quindi basarsi sui principi fondamentali Dell'autonomia dei territori,
delle specificita` degli utilizzi e della tutela delle risorse. Nel nostro
caso coincidenti con prerogative proprie delle aree prealpine;
la norma in questione andrebbe urgentemente rivista, se del caso
accompagnando ad un pur necessario intervento di razionalizzazione e
di riunificazione dei compiti ridondanti eventualmente esistenti, una paral
lela devoluzione alla regione ed agli enti locali interessati, delle politiche
di gestione e di manutenzione delle funzioni regolatrici dei grandi laghi
Alpini,
impegna il Governo:
ad adottare un prossimo provvedimento urgente volto a fare si che
sia affidata alla Regione Lombardia la potesta` normativa di disporre la disciplina
di riorganizzazione dei consorzi dell'Adda, del Ticino e dell'Oglio,
secondo principi direttivi ispirati al rispetto della razionalizzazione
dei costi e dell'ottimizzazione delle risorse, nonche' della supremazia e
dell'autonomia dei territori interessati.
(numerazione resoconto Senato G21.110)
(9/3066/115)
Vaccari, Massimo Garavaglia