• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.3/02442 [Piano industriale per il rilancio di AnsaldoBreda]



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-02442 presentata da ACHILLE PASSONI
giovedì 13 ottobre 2011, seduta n.625

PASSONI, CHITI, PERDUCA - Ai Ministri dello sviluppo economico e delle infrastrutture e dei trasporti - Premesso che:

come già fatto presente nell'atto di sindacato ispettivo 3-02164 al quale non è pervenuta risposta, AnsaldoBreda, società di proprietà di Finmeccanica, è uno dei leader del settore del materiale rotabile a livello mondiale e annovera oltre 2.500 addetti nei suoi quattro siti in Toscana, Campania, Calabria e Sicilia. L'economia dell'azienda nelle sue attività coinvolge complessivamente, secondo un calcolo approssimato, altri 4.000 lavoratori occupati in oltre 150 imprese;

AnsaldoBreda rappresenta ad oggi l'unico costruttore a ciclo integrato - dalla progettazione alla messa in servizio - in grado di produrre treni ad alta velocità, treni pendolari, tram, metropolitane leggere e pesanti;

la Regione Toscana, anche in virtù della presenza dello stabilimento di Pistoia e nella convinzione della centralità del settore per l'economia locale e nazionale, ha avanzato in questi mesi un progetto per la realizzazione del Distretto delle tecnologie ferroviarie, per l'alta velocità e la sicurezza delle reti, un polo di innovazione e di attrazione di investimenti di rilevanza nazionale;

nel manifesto per il rilancio dell'azienda promosso dalla rappresentanze sindacali unitarie (RSU) e dai sindacati Fim, Fiom, Uilm e Ugl di Pistoia e sottoscritto dalle amministrazioni locali interessate - Comune e Provincia di Pistoia, Regione Toscana - nonché da parlamentari e forze politiche toscane, si chiedono risposte al Governo rispetto ai seguenti temi: il sostegno al settore strategico della costruzione del materiale rotabile, di cui AnsaldoBreda è rimasto l'unico soggetto nazionale; la necessità di definire un piano nazionale dei trasporti utile a scandire le politiche industriali del settore e per adeguare la rete dei trasporti italiana (alta velocità, regionali, urbani) agli standard europei; l'opportunità di innescare un'efficace azione anticiclica per contrastare gli effetti della crisi economica, coerente con l'esigenza di ridurre l'inquinamento e la congestione determinata dal traffico su gomma migliorando l'efficienza energetica e la qualità dei servizi e contenendo i costi all'utenza;

nelle ultime settimane si sono susseguite a mezzo stampa dichiarazioni allarmanti circa la volontà di dismissione di AnsaldoBreda da parte di Finmeccanica,

si chiede di sapere:

quali siano l'orientamento e le scelte di politica industriale del Governo riguardo a un settore strategico per l'economia nazionale quale quello della produzione di materiale rotabile;

in cosa consista il piano industriale di Finmeccanica, di cui ad oggi ancora non è giunta notizia, in particolare in riferimento alle prospettive lavorative dello stabilimento di Pistoia e degli altri siti produttivi;

quali siano gli orientamenti del Governo e dei Ministri in indirizzo nei confronti delle richieste dei sindacati formulate nel manifesto per il rilancio dell'AnsaldoBreda.

(3-02442)