• Testo interrogazione in commissione

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/05427 [Valutare l'effettivo funzionamento degli enti vigilati dal Ministero dell'agricoltura secondo criteri di efficienza ed economicità]



ZUCCHI, OLIVERIO, SERVODIO, CENNI, BRANDOLINI, AGOSTINI, SANI, MARCO CARRA, TRAPPOLINO, MARIO PEPE (PD), CUOMO e FIORIO. - Al Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali. - Per sapere - premesso che:
nel corso della sua prima audizione presso la Commissione agricoltura della Camera dei deputati, il Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali nell'illustrare le linee di indirizzo del suo dicastero, aveva annunciato l'intenzione, prioritaria nella sua azione, di valutare l'effettivo funzionamento degli enti vigilati dal Ministero secondo criteri di efficienza ed economicità e, in un'operazione di trasparenza, di disporre e rendere pubblici, in breve tempo, i dati necessari per

procedere ad azioni di accorpamento o all'eventuale soppressione di alcuni di questi;
le recenti nomine effettuate per i consigli di amministrazione degli enti vigilati dal Mipaaf sono in larghissima parte contrassegnate da un'unica appartenenza politica, quella del partito del Ministro e dalla medesima provenienza geografica (la Sicilia), regione in cui Romano è stato eletto deputato;
a distanza di cinque mesi dalle dichiarazioni del Ministro in commissione agricoltura, non sono ancora pervenuti né qualsivoglia progetto di riordino, né alcuna analisi o dato preliminare per procedere alla riorganizzazione degli enti vigilati;
solo attraverso notizie di stampa è stato possibile apprendere che nel mese di agosto si è proceduto alla nomina del presidente di Agecontrol, alla trasformazione del SIN da Srl a Spa e alla nomina del presidente nella nuova società, nonché alla nomina dell'amministratore delegato in ISA, del commissario liquidatore di Buonitalia, oltre che del presidente dell'Oiga (Osservatorio imprenditori giovanile in agricoltura), nella pressoché totale assenza di informazione e di programmazione -:
come il Ministro intenda giustificare quella che agli interroganti appare una completa incoerenza riscontrabile tra le proprie dichiarazioni di intenti e gli effettivi atti compiuti, sia nei contenuti che nelle modalità ovvero se la rilevante quantità di nomine agli organismi di vertice degli enti vigilati e le modifiche societarie intervenute recentemente - avvenute in totale mancanza di preventive ufficiali informazioni, durante la pausa dei lavori parlamentari di agosto - ad avviso degli interroganti senza alcun progetto di fondo, senza alcun criterio fissato a monte, senza alcun confronto, debba essere considerata, agli occhi del Ministro, la realizzazione di quel progetto di efficientamento del sistema proposto come priorità solo qualche mese or sono.
(5-05427)