• Testo interrogazione in commissione

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/05320 [Diffusione della flavescenza dorata nei vigneti piemontesi]



DELFINO. - Al Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali. - Per sapere - premesso che:
negli ultimi mesi, in vista delle operazioni di vendemmia, sta crescendo la preoccupazione dei produttori vitivinicoli piemontesi per la ricomparsa della malattia, nota come «flavescenza dorata», che colpisce le viti facendo appassire tralci e grappoli;
la malattia sarebbe particolarmente aggressiva soprattutto nelle aree a coltura mista, dove ai vigneti si alternano zone boschive o terreni incolti, con un possibile calo della produzione di circa il 20 per cento;
per il monitoraggio della diffusione, nel territorio doglianese e monregalese, è

stato istituito un comitato intercomunale che sta effettuando, insieme ai tecnici dell'osservatorio fitopatologico regionale, diversi sopralluoghi;
la principale preoccupazione dei produttori deriva dalla mancanza di risposte certe, circa la causa scatenante e la recrudescenza della malattia registrata quest'anno;
nonostante l'uso di agenti chimici per contrastare la diffusione dell'insetto vettore della malattia, il patrimonio vitivinicolo piemontese sta subendo gravi ripercussioni, anche per gli atteggiamenti contrastanti dei produttori, parte dei quali ha deciso di non estirpare le piante malate ma di sottoporle soltanto ai trattamenti chimici;
data l'aggressività della malattia, secondo le organizzazioni agricole, sarebbe necessario un monitoraggio più attento e diffuso soprattutto nelle aree in cui sono presenti terreni incolti, ma le risorse sono insufficienti e per questa ragione in alcuni paesi si sono organizzati monitoraggi volontari, sotto la supervisione della regione;
se la stima fatta sul calo della produzione per la virulenza della malattia in alcune zone, dovesse essere confermata, il settore vitivinicolo piemontese potrebbe subire pesanti ripercussioni economiche; per questo motivo è necessario intervenire per trovare soluzioni concrete e definitive -:
quali urgenti iniziative di competenza intenda avviare per far fronte alla preoccupante diffusione della flavescenza dorata, che sta causando la perdita di numerosi ettari di vigneti in diverse parti del territorio piemontese, anche assumendo iniziative dirette allo stanziamento di risorse utili ai fini della ricerca della causa scatenante della malattia che si manifesta, ormai, da molti anni.
(5-05320)