• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.9/DOC.VIII,N ... [Prevedere che ai collaboratori interni dei singoli senatori sia estesa la disciplina del rapporto diretto, a tempo determinato e non incluso nei ruoli]



Atto Senato

Ordine del Giorno 9/DOC.VIII,N.7-8/10 presentato da MARCO PERDUCA
lunedì 1 agosto 2011, seduta n. 593

Il Senato,
in sede di discussione del bilancio interno,
premesso che la disciplina del rapporto a tempo determinato - tra collaboratore del parlamentare europeo e Parlamento europeo - ovvia alle principali problematiche presenti in Senato in ordine ai collaboratori dei senatori. Le decisioni del presidente Marini - sulla necessità di presentare il contratto di lavoro tra il collaboratore ed il parlamentare - sono state disattese o eluse, sul presupposto che il Senato eroga direttamente l'emolumento al senatore senza controllare se il rapporto con il collaboratore sia effettivo e dichiarato a fini previdenziali;
considerato che l'ispettorato del lavoro ha richiesto la lista dei collaboratori dei senatori, senza ricevere risposta dal Senato e, pertanto, rendendo difficoltosissimo l'accertamento del rapporto di lavoro, che è il presupposto per instaurare un valido ed efficace contenzioso con il senatore,
impegna il Collegio dei Questori a prevedere che ai collaboratori interni dei singoli senatori sia estesa la disciplina del rapporto diretto - a tempo determinato e non incluso nei ruoli - già esistente tra l'Amministrazione del Senato ed i consulenti o segretari dei senatori componenti del Consiglio di Presidenza.
(9/Doc.VIII,n.7-8/10)
PERDUCA, PORETTI, BONINO