• Testo interrogazione a risposta orale

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.3/02336 [Impedire il rimpatrio di Kate Omoregbe, condannata a morte in Nigeria]



BRUNO, MOLINARI, RUTELLI, RUSSO, MILANA, BAIO, DIGILIO, GERMONTANI, CONTINI, FISTAROL, D'ALIA, NEGRI - Al Ministro dell'interno - Premesso che:

una giovane nigeriana, Kate Omoregbe, detenuta nel carcere di Castrovillari (Cosenza), tra circa un mese e mezzo finirà di scontare la pena detentiva e, a seguito del rilascio, rischia l'espulsione dall'Italia con il conseguente rientro nel suo Paese di origine;

in Nigeria sembrerebbe pesare su di lei una condanna a morte a seguito del suo rifiuto di acconsentire ad un matrimonio combinato dalla famiglia, che nel frattempo l'ha ripudiata, e per la mancata conversione dalla religione cristiana a quella islamica;

la giovane parrebbe risiedere in Italia da oltre 10 anni con regolare permesso di soggiorno;

l'articolo 27 della Costituzione italiana non ammette la pena di morte,

si chiede di sapere, verificata la vicenda, che cosa intenda fare il Governo per impedire il rimpatrio di Kate Omoregbe e tutelare così il suo elementare diritto alla vita evitando che l'Italia si renda compartecipe di un atto di disumana violenza.