• Testo mozione

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.1/00656 [Piano di interventi straordinari per Lampedusa e sospensione del pagamento di tutti i tributi dovuti dai residenti dell'isola]



La Camera,
premesso che:
la crisi politica e militare che ha investito i Paesi nord-africani ha provocato un'ondata di immigrati, provenienti principalmente dalla Tunisia e dalla Libia, che hanno raggiunto con ogni mezzo il nostro Paese attraverso l'isola di Lampedusa, provocando fortissimi disagi quotidiani alla popolazione isolana ed un danno enorme all'economia lampedusana, che vive essenzialmente di turismo;
il sindaco di Lampedusa, Dino De Rubeis, ha denunciato, infatti, un calo della presenza di turisti sull'isola pari all'80 per cento rispetto al 2010 e, nonostante gli oltre cento passaggi televisivi promozionali, resta ancora forte la diffidenza dei turisti, tanto che, secondo il presidente del consorzio albergatori dell'isola, Antonio Martello, si tratta di «un danno paragonabile a una calamità naturale»;
gli annunciati voli a tariffe ridotte si sono rivelati poco più di una trovata pubblicitaria, mentre, per quanto riguarda la possibilità di spendere anche in alta stagione i buoni-vacanza per gli indigenti, ad essere convenzionati sono in tutto due alberghi su 82, e tra i più costosi;
circa tre mesi fa il Presidente del Consiglio dei ministri aveva promesso la realizzazione di un casinò e di un campo da golf, oltre agli sgravi fiscali, alla moratoria sui debiti, alla zona franca, all'abbattimento sui costi del carburante per i pescatori, alla candidatura dell'isola al Nobel della Pace ed altro;
nei giorni scorsi il Presidente del Consiglio dei ministri ha confermato ancora di voler mantenere tutti gli impegni presi dal Governo nei confronti di Lampedusa e per accelerare il piano di interventi ha conferito un incarico speciale di coordinamento al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Stefania Prestigiacomo;
il Consiglio dei ministri del 16 giugno 2011 ha approvato un piano di interventi straordinari per l'isola di Lampedusa, per un totale di 26 milioni di euro, riguardante interventi sulle fogne e sulla rete idrica, riqualificazione dei trasporti e risistemazione degli edifici pubblici e la sospensione dei pagamenti dei mutui fino a dicembre 2011; inoltre, si è riparlato anche dell'istituzione di una «zona franca» che lo stesso Presidente del Consiglio dei ministri porterà all'attenzione dell'Europa,


impegna il Governo:


a dare seguito in tempi rapidi al piano previsto dal Consiglio dei ministri e a prevedere ulteriori iniziative volte a sospendere anche il pagamento di tutti i tributi dovuti dai residenti dell'isola;
ad assumere iniziative tese a rafforzare le infrastrutture portuali, stradali e aeroportuali dell'isola.
(1-00656)
«Scanderebech, Naro, Galletti, Compagnon, Ciccanti, Volontè».