• Testo interrogazione a risposta scritta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/11992 [Disagi per gli utenti del trasporto ferroviario]
LEGGI ANCHE IL TESTO DELLA RISPOSTA ALL'INTERROGAZIONE
Testo della risposta scritta



LISI, BONCIANI, LABOCCETTA, PITTELLI, GIBIINO, SCELLI e SBAI. - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. - Per sapere - premesso che:
l'eurostar Roma-Lecce 9357 è quasi sempre in ritardo;
il 4 maggio 2011, con 450 persone a bordo, è rimasto bloccato in provincia di Benevento, a causa di fango e detriti che hanno bloccato la ferrovia per cui sono rimasti fermi anche due treni regionali;

da una testimonianza diretta si apprende che alle 18,30 il treno si ferma a Telese, dove inizia una lunga attesa prima nel silenzio generale, poi con notizie centellinate col contagocce, poi ancora con comunicazioni di un ritardo prima di un'ora, poi di un'altra mezz'ora e cosi via. Il tutto sotto un incessante acquazzone, con l'aria condizionata mal regolata e senza avere un'adeguata assistenza. Passano le ore. Ogni tanto una voce metallica informa dei lavori in corso per rimuovere l'acqua. L'incubo di una nottata all'addiaccio si fa sempre più presente. Poi alle 21, finalmente arrivano i pullman. Sono 4 che portano i viaggiatori a Benevento (in circa un'ora). Li si aspetta che arrivi un treno da Lecce, che poi tornerà indietro. Alle 22 finalmente il treno parte. Ci vorranno altre due ore per arrivare a Bari. E per chi va più a sud, la fatica è ancora peggiore -:
nel 150o anno dall'Unità d'Italia, quali iniziative intende assumere il Ministro per ovviare a questi gravissimi disagi.
(4-11992)