• Testo interrogazione in commissione

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/04638 [Gravi insufficienze strutturali, igieniche, di sicurezza, di organico e di sovraffollamento del carcere di Imperia]



TULLO. - Al Ministro della giustizia. - Per sapere - premesso che:
il carcere di Imperia registrava il giorno 28 marzo 2011 101 detenuti ospitati rispetto ad una capienza che prevede massimo 78 posti, il personale in pianta organica dovrebbe essere di 78 unità mentre a disposizione dell'amministrazione ne risultano 54, questa situazione determina un continuo stato di stress e di tensione sia per i detenuti che per gli agenti; nella giornata del 26 marzo è rimasta vittima di un aggressione lo stesso comandante dell'istituto;
la struttura evidenzia gravi carenze strutturali ed igieniche, sporcizia diffusa, conseguenza anche del pesante taglio dei fondi necessari a retribuire le prestazioni lavorative dei detenuti, si registrano anche problemi sul fronte della sicurezza;
la stampa cittadina ha riportato di una visita di una delegazione sindacale nella quale sono emersi gravissimi problemi igienico sanitari in particolare nella sezione detentiva posta nel seminterrato della struttura, mettendo in serio pericolo la salute dei detenuti e degli agenti penitenziari;
problemi di sicurezza sono evidenti per la postazione di sorveglianza dei passeggi e per i locali destinati al nucleo tradizioni e piantonamenti dove operano diversi agenti e non vi è neppure una finestra. La portineria dell'istituto funziona anche da sala regia, rilascio colloqui, controllo pacchi detenuti, sala radio; il personale è ridottissimo e il rischio di errore con conseguenze disciplinari è forte; una tettoia sotto il muro di cinta utilizzata anche come ricovero di automezzi non è stata rimossa nonostante nel passato si ipotizzi sia stata usata per diverse evasioni;
il carcere di San Remo, registra un organico di circa 190 agenti a fronte di una pianta organica di 253 unità, questo comporta uno sforzo per coprire tutte le funzioni; nonostante la struttura sia di recente costruzione, la pulizia e le condizioni igieniche per il taglio ai fondi disponibili al lavoro dei detenuti sono scarse, e si registrano pesanti infiltrazioni d'acqua all'interno della chiesa, nei locali lavanderia, nel box area matricola e caserma agenti nessuno degli ascensori presenti nell'istituto risulterebbe funzionante, l'unico agente di turno presso il reparto isolamento è costretto a lavorare da solo sui tre piani della struttura;
risulterebbe che per il servizio periodica (trasferimento o spostamento dei detenuti negli istituti penitenziari liguri) con cadenza settimanale venga effettuato con un mezzo Iveco 315 molto vecchio privo di cinture di sicurezza, airbag, ABS e servosterzo -:
se sia a conoscenza delle carenze denunciate;
quali iniziative intenda assumere per superare le gravi insufficienze strutturali, igieniche, di sicurezza, di organico e di sovraffollamento.
(5-04638)