• Testo interrogazione a risposta scritta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/11585 [Tutelare i lavoratori della Grimeca di Ceregnano, provincia di Rovigo, acquisita dalla TMB Tecno Meccanica Betto]



MUNERATO. - Al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. - Per sapere - premesso che:
la Grimeca di Ceregnano, azienda di proprietà della famiglia Grillini, operativa nel Polesine dalla fine degli anni '70 e per molti anni leader mondiale di componentistica per motocicli (pinze, freni, ruote, e altro) in alluminio, ha attraversato in questi ultimi anni una forte crisi, sia per motivi di mercato che per motivi legati alla internazionale crisi finanziaria;
nel marzo del 2011, a seguito della messa all'asta dell'azienda, in base all'apertura di un concordato preventivo, la TMB Tecno Meccanica Betto, impresa padovana operante da moltissimi anni nei settori della metallurgia e leader a livello mondiale nel settore della meccanica di precisione, si è aggiudicata l'acquisizione dell'intero stabilimento produttivo di Ceregnano;

il nuovo management ha già annunciato come intenda rilanciare l'azienda polesana puntando su più asset strategici, da una innovazione tecnologica ad una ristrutturazione della logistica, dalla predisposizione di un piano industriale in grado di garantire alla azienda maggiori produzioni in nuovi mercati alla rivisitazione dell'organico in forza che, pertanto, potrebbe comportare dei tagli al personale dipendente;
all'interno del processo produttivo aziendale, la componente manuale rappresentata dagli oltre settecento dipendenti, moltissimi dei quali costretti negli ultimi mesi a ricorrere alla cassa integrazione, riveste senza dubbio una importanza fondamentale, in quanto risorsa imprescindibile derivante dall'elevato know-how acquisito con l'esperienza nel tempo e in grado certamente di dare valore aggiunto al nuovo piano di crescita azienda -:
se non si ritenga opportuno, in ragione dei positivi presupposti dimostrati dalla nuova proprietà e considerando le vicissitudini occupazionali alle quali moltissimi dei lavoratori dell'azienda sono stati sottoposti negli ultimi mesi della precedente proprietà, adoperarsi presso tutte le sedi competenti al fine di tutelare congiuntamente con il management aziendale, la situazione occupazionale.
(4-11585)