• Testo interrogazione a risposta scritta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/04947 [Disagi per gli utenti e i turisti presso il molo Beverello e il porto di Calata Porta di Massa a Napoli]



DE FEO - Ai Ministri per il turismo, dello sviluppo economico, delle infrastrutture e dei trasporti e per la pubblica amministrazione e l'innovazione - Premesso che:

il molo Beverello e il porto di Calata Porta di Massa sono i principali moli d'imbarco per raggiungere l'isola di Capri, Procida, Ischia, eccetera;

al molo Beverello attraccano solo gli aliscafi mentre al porto di Calata Porta di Massa ci sono solo i ferry;

da detti punti di imbarco partono e arrivano, quotidianamente, oltre 15.000 turisti;

gli attuali orari dei collegamenti per le isole, cambiati nel novembre 2010, non sono mai stati trasmessi agli organi di informazione, agli operatori turistici e agli hotel poiché manca, verosimilmente, un coordinamento tra le varie compagnie che effettuano il servizio e l'Autorità portuale che dovrebbe sovrintendere al buon funzionamento del servizio medesimo;

sulla principale banchina (Beverello) l'ufficio informazioni è chiuso;

i turisti che si recano al molo Beverello per l'imbarco raramente si imbattono in personale di pubblica sicurezza (Carabinieri, Polizia, Vigili urbani, Guardia di finanza);

le indicazioni ai turisti sono spesso non corrette o scritte in un inglese "maccheronico";

la Capitaneria di porto è "funzionante" alternativamente a Beverello e a Calata Porta di Massa;

non esiste una sinergia tra il personale addetto alla biglietteria e le varie autorità e gli sportelli non sono adeguati per rispondere alle esigenze dei viaggiatori;

il personale addetto, che dovrebbe essere in servizio, inspiegabilmente è assente;

considerato che quanto sopra insiste in una regione, quella campana, a prevalente vocazione turistica che vive una pesante crisi che si ripercuote sul mondo del lavoro e dell'indotto,

l'interrogante chiede di sapere se i Ministri in indirizzo, ciascuno per quanto di competenza, siano a conoscenza di quanto sopra richiamato, e, in caso affermativo, se e in quali modi ritengano di intervenire, di concerto con le compagnie di navigazione, le autorità e gli enti coinvolti, al fine di fornire un servizio adeguato ai viaggiatori che desiderino raggiungere le isole del golfo di Napoli.