• Testo interrogazione a risposta scritta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/11453 [Tutelare i dipendenti della CONI Servizi SPA in servizio presso le federazioni sportive nazionali ]



BARBARO. - Al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione. - Per sapere - premesso che:
in data 1o febbraio 2011 la Federazione italiana pesca sportiva e attività

subacquee (FIPSAS) ha comunicato al CONI che un dipendente CONI Servizi SPA in servizio presso la stessa federazione, non ha ritenuto, alla predetta data 1o febbraio 2011, di avvalersi dell'aspettativa interaziendale di cui al comma 1 dell'articolo 30 del contratto collettivo nazionale del lavoro, lo stesso non potrebbe permanere, dal 1o febbraio 2011, presso la FIPSAS. Quest'ultima ne ha richiesto pertanto la messa a disposizione ed il relativo trasferimento presso una struttura CONI Servizi SPA considerato che il dipendente non risulta a carico della Federazione;
l'articolo 30 del contratto collettivo nazionale del lavoro recita: «'anche al fine di valorizzare al meglio le esperienze e le competenze maturate, ai dipendenti della CONI Servizi, in servizio presso le Federazioni sportive nazionali e le strutture ad esse collegate alla data di sottoscrizione del presente contratto collettivo nazionale del lavoro, che ne facciano formale richiesta, sarà concesso un periodo di aspettativa non retribuita, quinquennale e rinnovabile, finalizzata alla contestuale instaurazione, su base volontaria, di un rapporto di lavoro subordinato con la Federazione presso la quale prestano servizio o con altre Federazioni presso le quali sussistano esigenze di personale;
al comma 6 lo stesso articolo recita: «il dipendente della CONI Servizi in servizio presso una Federazione sportiva nazionale che non riterrà di avvalersi dell'aspettativa di cui al comma 1 permarrà presso la Federazione stessa mantenendo il trattamento economico e normativo previsto dal presente contratto collettivo nazionale del lavoro fino all'esame degli esiti del processo di passaggio volontario del personale della CONI Servizi SPA alle Federazioni. Detto esame sarà effettuato dalle parti in una specifica sessione di contrattazione da tenersi entro il mese di giugno di ciascun anno, con verifica finale entro il mese di gennaio del 2011, al fine di valutare la consistenza e la distribuzione delle adesioni ed individuare eventuali ulteriori misure che garantiscano l'equilibrato dispiegarsi del processo»;
la verifica finale entro il mese di gennaio 2011, di cui al comma 6, dell'articolo 30 non è stata ancora effettuata;
il comma 4 dell'articolo 35 decreto-legge n. 207 del 27 febbraio 2009 recita: «Il personale ex CONI, transitato alle dipendenze della CONI Servizi SPA, per effetto del decreto-legge 8 luglio 2002 n. 138, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 agosto 2002 n. 178, in servizio presso le federazioni sportive nazionali, permane in servizio presso le stesse ai fini del loro funzionamento»;
la FIPSAS è l'unica federazione che ha ritenuto di redigere la lettera richiamata di messa a disposizione di un dipendente CONI Servizi SPA in servizio presso la stessa federazione, che non ha ritenuto di avvalersi dell'aspettativa interaziendale di cui al comma 1, dell'articolo 30 del contratto collettivo nazionale del lavoro del personale non dirigente della CONI Servizi SPA e delle federazioni sportive nazionali -:
quali immediate iniziative il Governo intenda intraprendere per tutelare i dipendenti della CONI Servizi SPA in servizio presso le federazioni sportive nazionali che non si sono avvalsi dell'aspettativa interaziendale di cui al comma 1 dell'articolo 30 del contratto collettivo nazionale del lavoro del personale non dirigente della CONI Servizi SPA e delle federazioni sportive nazionali.
(4-11453)