• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/11373 [Termine ultimo per le adozioni dei libri di testo per le classi in cui sono presenti alunni con disabilità visiva]
LEGGI ANCHE IL TESTO DELLA RISPOSTA ALL'INTERROGAZIONE
Testo della risposta scritta



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-11373 presentata da PAOLO GRIMOLDI
giovedì 24 marzo 2011, seduta n.542
GRIMOLDI. - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. - Per sapere - premesso che:

su richiesta degli editori, il termine ultimo per le adozioni dei libri di testo per le classi ove sono presenti alunni con disabilità visiva per l'anno scolastico 2011-2012 è stato spostato al 10 maggio 2011;

tale termine, per prassi, è sempre stato il 31 marzo;

tale decisione recherà un grave danno agli studenti disabili visivi, perché ritarderà di oltre due mesi l'acquisizione dei libri di testo nei formati accessibili e fruibili;

inoltre, a sei mesi dalla stipula del nuovo protocollo d'intesa con l'A.I.E. solo 8 editori, sugli oltre 120 interessati, hanno sottoscritto il conseguente accordo, relativamente alla realizzazione di libri in formato digitale;

nonostante il nuovo protocollo, al 31 dicembre 2010 risultavano consegnati solo il 71 per cento dei file richiesti, con attese che sono arrivate anche a 212 giorni;

peraltro, oltre il 60 per cento della produzione di libri di testo si riferisce a testi in formato cartaceo - in braille per i non vedenti e a caratteri ingranditi per gli ipovedenti - per i quali non è fornito dall'editore il file digitale ed è invece richiesta la partecipazione alla spesa da parte dell'ente locale;

l'obbligo di adozione dei testi entro il 31 marzo aveva sinora consentito di espletare l'iter amministrativo propedeutico alla fornitura (emissione dei preventivi di spesa, acquisizione dell'autorizzazione a trascrivere da parte dell'ente locale) entro il mese di maggio e quindi di eseguire la trascrizione durante il periodo estivo, consentendo pertanto la consegna, almeno delle prime parti del testo, in coincidenza con l'apertura dell'anno scolastico;

inoltre, coinvolgendo le amministrazioni locali in prossimità dell'estate, i tempi inevitabilmente si allungano: esperienze passate dimostrano che in molti casi le autorizzazioni arrivavano a settembre, con la conseguenza negativa che i libri pervenivano allo studente in prossimità delle vacanze natalizie;

l'anticipo dei termini delle adozioni era stato deciso proprio per ovviare a questi inconvenienti -:

se il Ministro sia a conoscenza della problematica e se non ritenga opportuno assumere iniziative affinché sia confermata la norma che fissa al 31 marzo il termine ultimo per le adozioni dei libri di testo per le classi ove sono presenti alunni che necessitano di testi diversi da quelli comunemente in commercio. (4-11373)