• Testo INTERPELLANZA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.2/00999 [Taglio dei finanziamenti alla società Cinecittà-Luce]



Atto Camera

Interpellanza urgente 2-00999 presentata da GABRIELLA CARLUCCI
mercoledì 9 marzo 2011, seduta n.446
I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro per i beni e le attività culturali, il Ministro dell'economia e delle finanze, per sapere - premesso che:

a seguito dei progressivi tagli del Fondo unico dello spettacolo (FUS), la società Cinecittà-Luce s.p.a., sta ricevendo dallo stesso finanziamenti via via decrescenti. Si è passati infatti gradualmente dai 29 milioni di euro nel 2004, ai 17,2 milioni di euro nel 2010, che sono destinati a ridursi ancora di più nel 2011, attestandosi a soli 7,5 milioni di euro;

la funzione della società Cinecittà-Luce è particolarmente utile, sia per la promozione del cinema italiano all'estero, sia per la valorizzazione di nuovi talenti con la distribuzione di film d'autore. Si tratta, in sostanza, di un pilastro della politica culturale italiana in un ambito, come quello cinematografico, spesso messo in difficoltà dalla forza delle produzioni cinematografiche d'oltre oceano, che hanno l'enorme vantaggio di partenza di essere girati in lingua inglese;

questo ridimensionamento del FUS, sia pure motivato da esigenze di politiche di bilancio, rischia di ridurre al minimo l'attività di Cinecittà-Luce mette a rischio il posto di almeno 80 lavoratori, il che rappresenterebbe un fatto sicuramente dannoso per la cultura italiana -:

se non si ritenga necessario ed urgente riconsiderare la decisione del taglio dei finanziamenti, al fine di consentire la continuazione dell'attività ed il rilancio di una struttura culturale storicamente assai importante per il Paese, quale è appunto Cinecittà-Luce.

(2-00999)
«Carlucci, Goisis, Garagnani, Rivolta, Botta, Pionati, Grimoldi, Vessa, Moles, Barbieri, Germanà, Vincenzo Antonio Fontana, Nirenstein, Baccini, Consiglio, Chiappori, Grassano, Iannaccone, Porfidia, Sardelli, Centemero, Palmieri, Pagano, Lainati, Pili, Nizzi, Barba, Murgia, Saltamartini, Bergamini, Porta, Renato Farina, Sbai, Di Virgilio, Aprea, Calabria, Cassinelli, Ceroni, De Girolamo».