• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/11171 [Sconto sul prezzo della benzina per i residenti in Veneto]



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-11171 presentata da EMANUELA MUNERATO
martedì 8 marzo 2011, seduta n.445
MUNERATO. - Al Ministro dello sviluppo economico. - Per sapere - permesso che:

il 26 marzo del 1999 venne sottoscritto il patto territoriale per il Polesine, finalizzato a favorire iniziative industriali allo sviluppo economico e sociale del territorio e che aveva portato, tra i diversi aspetti, alla sottoscrizione, il 20 febbraio 2008 di un accordo tra la provincia di Rovigo, Consvipo, Adriatic LNG e Edison per la compensazione territoriale destinata al Polesine e legata all'insediamento di un terminal al largo della costa polesana;

l'impianto, che fa capo a terminale GNL Adriatico Srl - società partecipata da Qatar Terminal Limited (45 per cento), ExxonMobil Italiana Gas (45 per cento) e Edison (10 per cento) - è una tra le prime strutture offshore al mondo per la ricezione, stoccaggio e rigassificazione del gas naturale liquefatto, e con una capacità di rigassificazione di 8 miliardi di metri cubi di gas l'anno, il terminale contribuisce alla diversificazione e alla sicurezza delle fonti energetiche in Italia;

la legge 23 luglio 1999, n. 99, all'articolo 45, comma 1, prevede che l'aliquota dovuta dai produttori di idrocarburi dal 7 per cento al 10 per cento, e che tale variazione debba essere convogliata in un fondo annuale a beneficio delle regioni che ospitano i giacimenti di idrocarburi e che tale compensazione avvenga sottoforma di sconti sul prezzo della benzina a favore dei residenti ove sono situati tali giacimenti;

nel maggio del 2009, con l'emendamento, presentato al Senato, 27-bis. 302, i senatori Stiffoni, Cagnin e Monti, chiedevano ed ottenevano, con l'approvazione dell'emendamento stesso, l'estensione di tale agevolazione anche alle regioni che ospitano dei rigassificatori attraverso impianti fissi di tipo offshore;

la regione Veneto e i suoi residenti non hanno ancora ricevuto il bonus derivante dalla normativa sopracitata, alla luce del fatto che il decreto che ripartisce i fondi derivanti dall'innalzamento dell'aliquota dovuta dai produttori, non considera l'attività di rigassificazione operata nella struttura del Polesine, essendo quest'ultima, dal punto di vista tecnico, attività di trasformazione e non di estrazione -:

quale sia lo stato dell'arte in merito all'opportunità di inserire anche i residenti della regione Veneto tra i beneficiari del previsto sconto sul prezzo della benzina, anche in considerazione dell'importante impatto che l'attività estrattiva ha nel territorio e sulla popolazione della provincia di Rovigo, ove l'impianto è ubicato.
(4-11171)