• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.3/01940 [Delocalizzazione delle emittenti, sia televisive sia radiofoniche, site in San Silvestro Colle, provincia di Pescara]



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-01940 presentata da ALFONSO MASCITELLI
martedì 1 marzo 2011, seduta n.511

MASCITELLI - Ai Ministri dello sviluppo economico e della salute - Premesso che:

la delocalizzazione delle emittenti, sia televisive sia radiofoniche, site in San Silvestro Colle (Pescara) diviene ancora di più un atto dovuto in presenza di un piano nazionale di assegnazione delle frequenze (PNAF): tale piano è stato approvato il 15 giugno 2010 da parte dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, mentre per le emittenti radiofoniche FM non si ha un piano nazionale;

in data 3 febbraio 2011, durante la seduta del Senato dedicata al sindacato ispettivo il Sottosegretario di Stato per lo sviluppo economico Saglia, rispondendo a tre interrogazioni, di cui due dello scrivente, sulle iniziative finalizzate alla delocalizzazione degli impianti di radiodiffusione sonora e televisiva presenti nella località indicata, ha affermato che "l'attività di vigilanza è stata garantita dagli ispettorati territoriali del Ministero e dall'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente e che, in forza di quanto sopra esposto, il Ministero dello sviluppo economico è in attesa delle deliberazioni della Regione competente sul piano definitivo e, sulla base di esse, svolgerà le verifiche di competenza";

il 14 febbraio 2011 il Sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia ha dichiarato che l'amministrazione comunale ribadisce il proprio sostegno al progetto di delocalizzazione delle antenne di San Silvestro su una piattaforma offshore al largo della costa di Pescara, un progetto realizzato dall'Università de L'Aquila, approvato con delibera dalla Regione Abruzzo;

il 13 settembre 2010 la Regione ha adottato con delibera formale il progetto di delocalizzazione su "sito idoneo", individuato ai sensi dell'articolo 28, comma 7, del testo unico di cui al decreto legislativo n. 177 del 2005 (che demanda alle Regioni la competenza nell'individuazione dei siti), sito che permette di garantire la qualità del servizio di ripetizione del segnale e al contempo di evitare possibili rischi per la salute della popolazione residente;

il 17 settembre 2010 lo studio è stato presentato a Roma all'ingegner Troisi, Direttore generale per la pianificazione e gestione dello spettro radioelettrico del Dipartimento comunicazioni del Ministero, e in quella sede il progetto è stato recepito, ma con l'invito a ripresentarlo in modo formale;

sempre secondo quanto dichiarato dal Sindaco di Pescara, la Regione si è attivata e il 29 novembre 2010 ha inviato al Ministero dello sviluppo economico una lettera in cui ha richiesto formalmente allo stesso Dicastero di avviare le procedure per inserire nel PNAF il sito individuato di cui allo studio di fattibilità per la delocalizzazione dei siti di broadcasting,

si chiede di sapere se i Ministri in indirizzo siano al corrente di quanto esposto e se, alla luce degli ultimi sviluppi, non ritengano necessario chiarire la loro posizione, tornando a rispondere su questa complessa e delicata vicenda che coinvolge la salute della popolazione residente.

(3-01940)