• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/04086/211 [Riforma degli incentivi alle imprese]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/4086/211 presentato da MATTEO COLANINNO testo di venerdì 25 febbraio 2011, seduta n.440

La Camera,
premesso che:
il provvedimento in esame riconosce contributi e incentivi a vari settori e aree del Paese;
l'articolo 3 commi da 2 a 4 della legge 23 luglio 2009 n. 99 disponeva il riordino del sistema degli incentivi alle imprese;
lo schema di decreto in materia di riordino degli incentivi per il sistema produttivo n. 330, in discussione alla Camera prevede che la riforma sia attuata a partire dall'anno 2012 e finanzia, sempre a decorrere dal 2012, la concessione di credito agevolato alle imprese nel limite delle disponibilità del fondo speciale rotativo per l'innovazione tecnologica (FIT);
la riforma del sistema degli incentivi alle imprese viene quindi proposta senza aggiungere una lira alle risorse rivenienti dalla soppressione degli incentivi previsti dalla normativa vigente e utilizzando le risorse presenti nel Fondo speciale rotativo per l'innovazione tecnologica;
inoltre l'articolo 3 comma 1 lettera c) prevede che copertura dei complessivi oneri derivanti dall'articolo 2, commi da 1 a 6 siano utilizzati 73 milioni di euro per l'anno 2011 delle disponibilità del Fondo per la finanza d'impresa a valere sulle risorse destinate alle imprese innovative ai sensi dell'articolo 106 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, e successive modificazioni;
si taglia ancora il Fondo per la finanza d'impresa mentre per le piccole e medie imprese, particolarmente colpite dalla crisi, il Governo, non stanzia risorse di alcun genere e soprattutto sposta l'avvio degli incentivi automatici a oltre un anno da oggi, mentre sarebbe indispensabile attuare la riforma in tempi brevissimi e meglio focalizzarla sulle esigenze delle PMI;
inoltre, nulla si ritiene di dover fare nell'immediato per i tanti settori industriali in crisi, dei quali alcuni rischiano di sparire dalla carta geografica del Paese,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di anticipare, in un prossimo provvedimento, al 2011 la riforma degli incentivi alle imprese, prevedendo altresì un'adeguata dotazione finanziaria volta soprattutto al sostegno dell'innovazione delle piccole e medie imprese e dei settori industriali che versano in una grave crisi produttiva.
9/4086/211. (Testo modificato nel corso della seduta).Colaninno.